Opéra GdR
6 Utenti connessi
Hai dimenticato la password?
Statistiche del sito
Attivo dal: 20/06/2008
Personaggi registrati: 62
Personaggi esiliati: 0
Master: 2
Admin: 3
Post questa settimana: 21
Azioni questa settimana: 1128
Iscritti questa settimana: 4


Regolamento

Opéra è un gioco di ruolo via chat, di genere storico, ambientato nella Parigi della seconda metà dell'Ottocento e ispirato al romanzo Le Fantome de l'Opéra di Gaston Leroux, al musical The Phantom of the Opera di Andrew Lloyd Webber e all'omonimo film di Joel Schumacher; è indispensabile dunque, fin dalla scelta del nome con cui registrarsi, mostrare una discreta sensibilità per rispettarne il più possibile l'ambientazione – strettamente fedele al periodo – e, in base a questa, muovere il proprio personaggio giocante (PG).

Le vicende ruotano – principalmente, ma non solo – attorno al Teatro dell’Opera di Parigi: l'imponente mole dell'edificio scandisce le giornate di artisti e lavoranti, pittoreschi ponti tra il teatro, tempio d'arte e inquietante regno di leggende, e il resto della capitale, rappresentato da delinquenti e gendarmi, uomini di cultura e donne di malaffare.

Indice

Iscrizione ~ Primo login e compilazione della scheda
Oggetti e mercato ~ Arti e mestieri
Lo stato civile ~ La gravidanza ~ Le residenze
Il gioco ~ Come giocare: azioni scorrette e metagioco ~ I PNG
I punti esperienza ~ Le competenze ~ Il PvP
Riferimenti: Amministratori, Master Fato, Master d’Arte e Maschere
Les jeux sont faits ~ Netiquette
Credits



Iscrizione

Ci si iscrive con nome e cognome del proprio personaggio, entrambi da riportarsi con l'iniziale maiuscola. Non è consentito inserire né articoli né aggettivi né titoli. È inoltre fondamentale che il nome sia compatibile con la nazionalità scelta (a questo proposito si rimanda all’apposito link in pagina di registrazione) ed è vietato usare nomi d'ispirazione fantastica, di personaggi della letteratura o di persone realmente esistenti o esistite e fare a questi palesi riferimenti.
Per quel che riguarda la provenienza del PG il minimo che si richiede è conoscere, almeno a grandi linee, il quadro storico-culturale del Paese scelto; prima della scelta consigliamo pertanto di consultare l'apposita sezione in homepage, che fornisce una generica infarinatura storica e sociale per tutte le nazionalità selezionabili all’iscrizione.
Nel caso in cui venisse rilevato un nome incongruo o contrario al regolamento l’Amministrazione contatterà l’utente perché lo modifichi; la mancata modifica entro il ragionevole limite di una settimana dalla lettura del messaggio comporterà l’esilio, d’ufficio e permanente.

Al momento della scelta del sesso va tenuto conto che alcune professioni (orchestrale, poliziotto) sono riservate esclusivamente agli uomini. L'Ottocento è il secolo delle prime donne medico, ma ricordiamo che queste sono l'eccezione e non la regola, e che di conseguenza personaggi di sesso femminile non potranno in alcun modo aspirare a posti di prestigio. Identico discorso vale per le donne giornaliste e per le studentesse universitarie. Agli uomini è precluso l'accesso corporativo alla casa di tolleranza.
Più in generale la società ottocentesca, nonostante le correnti avanguardistiche in nuce, è fortemente maschilista: la donna non ne è che una subalterna, con precisi posti e ruoli e qualunque deviazione dal percorso tracciato può portare a conseguenze quasi sempre spiacevoli.

Ulteriori approfondimenti storici, sociali e culturali saranno sono comunque disponibili nelle pagine di documentazione riservate agli iscritti.

Nome, sesso e nazionalità non potranno più essere modificati, se non dopo segnalazione all'Amministrazione.

La registrazione di un secondo personaggio, adoperando un diverso indirizzo e-mail, è possibile esclusivamente dopo almeno sei mesi di gioco assiduo e corretto e previa richiesta all'Amministrazione.
I PG di uno stesso giocatore avranno la facoltà, purché sia limitata a poche occasioni che includano la presenza di terzi, di interagire tra loro nella stessa chat di gioco; questi non potranno fare parte della stessa corporazione né muoversi in modo tale da agevolarsi a vicenda (in termini di passaggio di denaro o di trame di gioco).
La registrazione di un doppio non autorizzato esiterà nell’esilio d’ufficio e permanente di entrambe le utenze. Per questo motivo è opportuno segnalare la possibilità che una stessa postazione o connessione internet venga condivisa da due o più persone.

L'Amministrazione, inoltre, si riserva di agire insindacabilmente contro giocatori disturbanti, poco seri e con PG palesemente fuori contesto.

Torna all'indice


Primo login e compilazione della scheda

La scheda è il primo biglietto da visita di un PG ed espone – in maniera più o meno essenziale o prolissa – il suo vissuto e le sue caratteristiche.

Per prima cosa è importante modificare la password generata in automatico e inviata all'indirizzo e-mail con il quale si è effettuata l'iscrizione con una di più facile memorizzazione. Nel caso in cui si fosse dimenticata la propria password questa potrà essere recuperata cliccando sul bottone "recupero password" nella schermata di login. Ogni sei mesi l'utente sarà invitato a modificare la propria password, in linea con la normativa vigente. E' fondamentale che la password non venga ceduta o comunicata a terzi.

L'avatar (550 x 450 px) deve essere consono all'epoca storica e al background; sono assolutamente vietati disegni tratti da anime o manga, immagini di esseri fantastici come elfi o vampiri, o prestavolto vestiti e truccati in maniera inequivocabilmente moderna.
Nella bacheca dedicata alle comunicazioni dello Staff è a disposizione un apposito thread per la segnalazione del prestavolto. Tale segnalazione assume ufficialità nel momento in cui, dopo un periodo minimo di sette giorni di gioco effettivo, PG e relativo prestavolto saranno inseriti nell’elenco presente nella sezione "Servizi" del menu di gioco. Nel caso in cui due giocatori si ritrovassero a segnalare lo stesso prestavolto il diritto di prelazione non andrà necessariamente a chi si è iscritto per primo, ma a chi avrà dimostrato anche e soprattutto assiduità, rispetto delle regole e dell’ambientazione. In via preventiva, i "doppi" non sono ammessi; se, però, si fosse particolarmente affezionati a un prestavolto, è possibile contattare il giocatore il cui PG è stato inserito nella lista ufficiale e chiedere la possibilità di un'eventuale somiglianza fisica con il nostro PG. Chi riceve la proposta di condivisione ha il diritto di non accettarla; chi propone ha il dovere di non insistere.
Il patrocinio del volto scade a due mesi esatti dall'ultima giocata effettuata, indipendentemente dalla frequenza del login.

La compilazione del profilo richiede buonsenso e misura; riferimenti a personaggi letterari o realmente esistenti o esistiti, curricula eccellenti, titoli nobiliari, abitazioni sfarzose e abiti e oggetti di fattura pregiata o non ordinaria non verranno accettati né considerati se utilizzati in gioco, se non dopo richiesta e conseguente vaglio da parte della Gestione. A questo proposito si ricorda che, un personaggio nobile – che non sia decaduto e quindi alla stregua dei cittadini comuni – non potrà entrare in alcuna arte o mestiere a meno che non si tratti di casi eccezionali (il nobile che celi il proprio status sociale, per esempio, o il nobile noto che intraprenda una carriera di studio o accademica).

Completata la scheda sarà necessario contattare un membro della Gestione per l’approvazione e ottenere lo status di cittadino; tale requisito è indispensabile per la richiesta di attribuzione di un mestiere o di ammissione a un'arte e, se previsti, l'acquisizione di punti esperienza iniziali, proporzionali alla fascia d'età come esplicitato nell'apposito capitolo.

Al fine di garantire un ambiente che sia il più possibile storicamente coerente e corretto, la Gestione si riserva di reindirizzare e correggere background e immagini ritenuti inadeguati al gioco e all'ambientazione storica. In ogni caso, una volta ottenuta l’approvazione della scheda, sarà possibile arricchirla con dettagli – grafici e testuali – ma non variarne in alcun modo la sostanza (in termini di classe sociale, privilegi, caratteristiche fisiche, età) non autorizzati.

Torna all'indice


Oggetti e Mercato

Fino a quando il PG non avrà guadagnato abbastanza da poter acquistare al mercato è consigliabile descrivere abiti ed accessori sobri, senza particolari sfarzi e comunque in linea con il background e il contesto sociale. E' altresì possibile personalizzare il proprio guardaroba: gli oggetti proposti al mercato vogliono essere più che altro una guida in merito a quel che un PG, in relazione al proprio status sociale e alla propria professione, può o non può possedere. Purché un abito o un oggetto sia adeguato al background o allo stipendio, lo Staff non penalizzerà la descrizione di qualcosa che non è presente nell'inventario.
Lo stesso criterio, per ovvi motivi, non può essere applicato alle armi, siano esse legalmente dichiarate o di contrabbando. Poliziotti a parte, muniti per via della loro professione di armi d'ordinanza, ogni giocatore che voglia dichiarare di possedere un'arma, legalmente o illegalmente, e portarla indosso dovrà acquistarla giocando con un PNG mosso dallo staff, ed esplicitarne l'equipaggiamento all’ingresso in giocata. Ogni PG che sarà trovato a dichiarare un'arma in gioco in assenza di tali presupposti, anche senza averla usata, sarà penalizzato in termini di punti esperienza, se non con l'annullamento della giocata o l'esilio in caso di reiterate infrazioni al regolamento.

È vietato il passaggio di oggetti e denaro OFF game tra i PG di due giocatori. Lo è altresi, ON e OFF, tra i due PG di uno stesso giocatore.

Alcuni mestieranti (artigiani, commecianti) hanno inoltre la possibilità di creare, mensilmente, oggetti propri da mettere in vendita, non reperibili al mercato automatico.

Torna all'indice


Arti e Mestieri

Per percepire uno stipendio è possibile scegliere un Mestiere oppure entrare a far parte di un'Arte previo colloquio d'ammissione.

La richiesta di attribuzione di un mestiere è da inoltrarsi con un messaggio OFF game dopo sette giorni di gioco effettivo alla Gestione, che si riserverà di esaminare la scheda PG e di valutare l'effettiva coerenza e compatibilità con la professione proposta.
È possibile giocare il proprio mestiere in chat pubbliche specifiche, esplicitate insieme con la descrizione del mestiere stesso nell'apposito statuto.
Anche se non prevedono colloquio d'ammissione né quest specifiche e non sono organizzati in gerarchie come le Arti, i Mestieri vanno esercitati o, comunque, di questi si deve dare riscontro nel corso del proprio gioco, pena il licenziamento d’ufficio a due mesi dall’ultima giocata effettuata.
E' possibile svolgere un solo mestiere per volta; un personaggio che lo abbandoni, per propria scelta o in seguito a licenziamento, dovrà aspettare almeno sette giorni perché la sua domanda d'attribuzione di un'altra professione venga vagliata.
Si precisa che la scelta di un mestiere può essere provvisoria e non preclude in alcun modo il colloquio di ammissione a un'arte a condizione che tale scelta sia adeguata al background del personaggio e coerente con la scelta dell'arte stessa.

Per richiedere l'accesso a un'arte devono passare almeno sette giorni dall'ingresso in gioco, durante i quali andranno dimostrate abilità, assiduità e coerenza; la richiesta va inoltrata via missiva in ON al Master di Arte o in, assenza di questi, alla Gestione per concordare il giorno del colloquio, rigorosamente da giocarsi: reclutamenti OFF non sono tollerati.
Al momento dell'ingresso si occupa il gradino più basso dell'Arte scelta; la promozione, qualora sia prevista e meritata, non avrà luogo prima di sessanta giorni. È altresì possibile esser licenziati o degradati: il tutto dipenderà dalla condotta di gioco e dal rispetto dell'ambientazione storica, del contesto sociale e dello statuto dell'arte stessa. In particolare, l'espulsione è prevista per l'infrazione delle regole corporative, per la diserzione reiterata degli eventi indetti dai Master d'Arte senza avviso o per il mancato rispetto delle eventuali scadenze per un lavoro commissionato. E' inoltre prevista l'espulsione dopo due mesi di mancato gioco, corporativo e non, indipendentemente dalla frequenza di login.
Qualora si venisse espulsi dall'arte e si volesse esercitare in altro luogo, indipendentemente, lo stesso tipo di attività, bisogna tener conto che una corporazione fornisce le massime garanzie nel campo e il più alto stipendio (uno scenografo d'opera non guadagnerà altrettanto allestendo baracchini in un cabaret, così come una prostituta che adesca i propri clienti per la strada o in un locale pubblico non avrà né lo stesso prestigio né le stesse tariffe di una cortigiana di una raffinata casa di tolleranza).
E' possibile far parte di una sola Arte per volta; un personaggio che abbandoni, per propria scelta o in seguito a licenziamento, l'Arte alla quale appartiene dovrà aspettare almeno quindici giorni perché la sua domanda d'ingresso in un'altra venga vagliata.

Le proposte e i consigli da parte dei giocatori sono sempre ben accetti; per proporre una nuova corporazione basterà comunicarne all'Amministrazione organico (almeno due PG attivi oltre al Master) e motivazioni e la richiesta sarà passata al vaglio, purché statuto e motivazioni non contrastino con l'ambientazione e le regole e l'equilibrio di gioco.

Torna all'indice


Lo Stato Civile

La Gestione non interviene nella segnalazione dello stato civile (celibe/nubile, coniugato, vedovo), lasciando alla discrezione dei giocatori se dichiarare nella scheda PG relazioni sentimentali ufficiali o ufficiose ed eventuali matrimoni.
Tutto quel che si richiede, oltre alla coerenza con il periodo storico, è estrema sensibilità nell'affrontare una realtà che nel diciannovesimo secolo era assai diversa dalla attuale, seguendone i riti e la prassi e adeguandoli al background dei due PG coinvolti.

E' possibile iscrivere un PG già fidanzato o sposato con un altro già iscritto, o che si iscriva contestualmente. La regola fondamentale è che la coppia giochi non solo un contesto di stampo privato e romantico finalizzato alle nozze o a quel che ne segue, ma si renda parte attiva della land: il matrimonio o fidanzamento ufficiale non autorizzano in alcun modo l'isolamento. La nuova coppia è tenuta a mantenere in ON le pregresse relazioni sociali e lavorative, o a crearne se di recente iscrizione, pena il mancato ottenimento o il licenziamento dal mestiere, il mancato ingresso o l'espulsione dalla corporazione o, nei casi più sfacciati, l'esilio d’ufficio.
In caso di ufficializzazione di un fidanzamento e del successivo annuncio di matrimonio, eventuali recessi andranno rigorosamente giustificati ON. Nel caso in cui venissero rilevate palesi incongruenze, la Gestione si riserverà d'intervenire.

E' possibile giocare la cerimonia del matrimonio contattando i PG sacerdoti o un membro della Gestione, che provvederà a muovere un PNG in un luogo da stabilire insieme con gli interessati. E' altresì possibile dar per giocata la cerimonia e soffermarsi sui successivi festeggiamenti: anche in questo caso è necessario darne comunicazione all'Amministrazione, che per il giorno indicato provvederà a tener "prenotata" la locazione prescelta. PNG come parenti ed amici degli sposi potranno essere mossi dagli stessi giocatori previa richiesta all'Amministrazione. Data l'eccezionalità dell'evento, le fedi e gli abiti degli sposi potranno essere gratuitamente caricati in inventario, purché siano adeguati a status sociale e background.

Ancora una volta, va considerato che ci troviamo nella Parigi di tardo Ottocento: non era ancora stato reintrodotto il divorzio, cominciavano a sorgere le prime idee del pensiero femminista ma erano avanguardie conosciute solo in determinati circoli, molto ristretti. Una coppia non era libera di scambiarsi effusioni in pubblico, specie se non v'era alcun fidanzamento ufficiale; il sentimento di scandalo e le denunce per offesa al pubblico pudore e di condotta indecorosa erano comuni e di questo si deve tener conto soprattutto in caso di altri PG presenti nella chat di gioco.
Questo punto è valido anche per PG che avessero un'inclinazione omosessuale o bisessuale: si ricorda che il reato di sodomia era gravemente punito. Effusioni troppo esplicite o atti sconvenienti come l'eccessiva vicinanza possono esporre ad un rischio di denuncia non solo in presenza delle forze dell'ordine, ma anche di privati cittadini: sta ai singoli giocatori (e conseguentemente ai PG), come ogni altro ambito di gioco, valutare rischi e benefici di una determinata scelta.

Torna all'indice


La Gravidanza

Una gravidanza potrà essere dichiarata solo previo accordo tra i due giocatori coinvolti. Questa dovrà essere comunicata alla Gestione che, per mezzo delle note in scheda, ne aggiornerà la progressione.

L’eventualità di una gravidanza va soppesata con accortezza, in particolar modo da chi muove il PG femminile: è vero che nell'Ottocento non esistevano metodi contraccettivi ad alta percentuale di successo, ma va anche considerato che l'arte medica lasciava ancora molto a desiderare, una donna in gravidanza veniva considerata, a tutti gli effetti, una donna malata e la morte da parto non era un’eventualità rara.
La gravida potrà scegliere se partorire in casa (eventualità più diffusa all’epoca), affidandosi alle cure di PNG medici o levatrici o facendosi seguire nel corso della gravidanza dal personale dell'Hopital Saint-Louis (a tal proposito si ricorda che gli ospedali erano strutture atte a ospitare le classi più povere o modeste che non potevano permettersi medici privati).
Il parto avverrà, salvo eventuali complicazioni accorse in gioco, dopo i regolari nove mesi di gestazione: i giocatori potranno decidere il sesso del figlio essi stessi o, se preferiscono, lasciare che questo venga decretato tramite lancio di dado.

Torna all'indice


Le Residenze

Ogni PG ha la possibilità di dichiarare nel proprio profilo dove risieda o sia domiciliato, purché residenza e relativo quartiere siano coerenti con il backgorund e con lo status sociale (dettagli sui quartieri parigini e sulla distribuzione urbana sono disponibili in documentazione).

Dopo almeno un anno di gioco assiduo, corretto e continuativo, sarà possibile richiedere alla Gestione, gratuitamente, una stanza di chat personale che funga da residenza privata, raggiungibile dalla sottosezione "residenze" della mappa principale.
Nel caso in cui a richiedere la residenza sia una coppia sposata basterà che uno solo dei due coniugi abbia maturato l’esperienza richiesta.
Le convivenze, escluse quelle tra parenti, volutamente non si tengono in conto: nel nostro periodo storico non solo la convivenza era inusuale, ma pregiudicava anche la reputazione dei componenti della coppia anche se il fidanzamento era certo e provato, e soprattutto se questi avevano un ruolo attivo e importante nella società.

Finché non si avranno i requisiti per la richiesta di una residenza e non la si sarà ottenuta qualunque giocata che si svolga in casa o in altro domicilio o ambiente privato va effettuata esclusivamente in una delle stanze private a tempo e a pagamento messe a disposizione.

Torna all'indice


Il Gioco

Come introdotto, Opéra è un gioco di ruolo via chat: ciò significa che gli eventi si svolgono in tempo reale, grazie all'interazione immediata tra i PG.
La chat è supportata da bacheche ON (che dunque ricomprendono a vari livelli gli eventi di gioco) e OFF (per comunicazioni da e con lo Staff e scambi liberi tra giocatori).

È permesso postare link, diretti o testuali, a siti o a blog personali o pubblici anche non strettamente connessi a Opéra, purché tali link non riportino a siti d'opinione politica o religiosa. E' assolutamente vietato postare indirizzi di posta elettronica e numeri telefonici personali o usare la bacheca per esprimere idee politiche e religiose o per qualsiasi argomento che si allontani dal pacifico scambio di opinioni tra giocatori. Sono ben accetti link, brani, immagini e anche video di qualsiasi argomento inerente ai PG, all'epoca storica, al costume e alle già note vicende del Fantasma dell'Opera.
La Gestione si riserva il diritto di chiudere o cancellare discussioni fuori tema, dai toni troppo accesi o che possano in qualche modo ledere l'armonia di gioco.

I giocatori possono comunicare, sia ON game che OFF game, tramite un sistema di messaggistica privata (messaggi e sussurri). Per convenzione va usato il doppio slash (//) all'inizio di un messaggio OFF e un registro linguistico adeguato al contesto nei messaggi ON. Messaggi privi di slash verranno considerati ON, in qualunque caso: è consigliata estrema cautela.
Nell'ambito della chat di gioco è assolutamente vietato inserire messaggi off game: sussurri e messaggi di posta saranno sufficienti a giustificare eventuali ritardi nel postare ed errori (evitiamo gli orrori!) grammaticali. Ricordiamo che la chat è un foglio di narrazione, la pagina di un libro, e come tale va trattata.

E' molto importante scegliere una stanza di chat inerente al proprio mestiere o alla propria arte o al background del PG, e sempre tenendo conto dell'ora in cui s'inizia a giocare. Luoghi pubblici come locali e passeggiate, per esempio, difficilmente saranno deserti se non probabilmente – ma non lo si dia per scontato – a notte più che inoltrata. Prima di giocare si raccomanda di leggere attentamente la descrizione del luogo di chat ove, se presenti, sono chiariti anche gli orari e gli eventuali divieti di accesso. E' altresì possibile ambientare una giocata in un orario precedente o successivo a quello effettivo in OFF, o riprendere una che si è stati costretti a interrompere: purché non diventi un’abitudine, ogni giocata di questo genere dovrà essere giustificata in tag con un'indicazione temporale adeguata.
Per la loro particolarità e in quanto sedi più o meno ufficiali di corporazioni, i log delle giocate svolte nelle stanze di chat dell'Opéra de Paris e di Montmartre (inclusi Cabaret des Assassins e Belle Hélène) sono da considerarsi a completa disposizione dei Master di corporazione cui queste fanno capo.
A disposizione dei giocatori, inoltre, sono state messe a disposizione quattro chat private, a tempo e a pagamento; tali chat potranno essere temporaneamente adibite a residenze private o a stanze di locanda o d’albergo. E' assolutamente vietato usare una chat privata per giocare un luogo pubblico presente in mappa o altro luogo pubblico non presente in mappa ma giocabile tramite l'uso della tag di luogo. Si segnala che per le chat private vigono le stesse regole delle chat pubbliche (ivi inclusi i controlli da parte della Gestione): è quindi vietato qualunque messaggio OFF game, se non tramite sussurro.

Le giocate erotiche non sono vietate, ma ci preme ricordare che Opéra è un gioco di ruolo storico. Non va mai trascurata l'interazione nelle chat pubbliche, fondamentale soprattutto se si ha un mestiere o si afferisce a una corporazione. Si consiglia pertanto di non abusare delle chat private, adoperandole in occasioni strettamente necessarie; inoltre, visto l'argomento delicato e qualora si presentassero occasioni dubbie, ovvero di sospetto di uso del gioco come piattaforma di incontri sessuali, la Gestione si riserverà di usare ogni mezzo per accertarne le condizioni e di prendere i provvedimenti che riterrà necessari per preservare la land e gli altri giocatori.

Torna all'indice


Come giocare: azioni scorrette e Metagioco

È nelle chat di gioco che il nostro PG prende vita.
Si è liberi di descrivere le interazioni in modo più o meno prolisso, ma tenendo sempre conto della sua caratterizzazione (aspetto, vestiario, timbro e tono di voce, gestualità, espressioni) e di quanto gli avviene intorno (agito e parlato degli altri PG/stringhe fato).

A meno che non si inizi una giocata a due – e dunque ci si inserisca in una già in corso – è bene chiedere agli altri giocatori se vi sia tempo per potersi inserire; inoltre è bene attendere qualche turno prima di entrare, in modo da farsi un’idea dell’azione in corso e delle sue dinamiche, e della stessa turnazione. Rispettare i turni è fondamentale per evitare sovrapposizioni: se, per esempio, in chat ci sono due PG, questi devono alternarsi secondo lo schema 1-2-1-2-1-2. Nel caso in cui subentrasse un terzo PG, e la sua azione dovesse inserirsi tra il giocatore 1 e il giocatore 2, lo schema diventerebbe 1-3-2-1-3-2-1-3-2. Se, invece, l’azione del giocatore 3 si inserisse tra quella del giocatore 2 e quella del giocatore 1, si avrebbe lo schema 1-2-3-1-2-3-1-2-3.

ATTENZIONE: le azioni devono riportare quanto direttamente oggettivabile dagli altri PG: costituzione, tratti somatici, abiti, portamento, espressioni facciali.
È vietato usare aggettivi che dipendono dai gusti personali e che tentino di vincolare il giudizio altrui (esempi: “la bella donna cammina seducente per la strada”, “la sua voce è melodiosa”, “l’imponente uomo intimidisce tutti con lo sguardo”). Secondo lo stesso principio è vietato inserire stati d’animo, pensieri o considerazioni personali, non esplicitate nel discorso diretto o lasciate intuire con azioni o reazioni che gli altri PG non possono carpire.
È considerata un errore anche l’azione autoconclusiva, ovvero quella che non concede replica a chi sta giocando con noi: per esempio, l'afferrare un braccio senza dar modo all'altro di scansarsi, o dire qualcosa ed andare via immediatamente dopo senza concedere replica, baciare qualcuno senza dare la possibilità di evitarlo. Vale quindi il principio fondamentale di non togliere mai la possibilità all'altro PG di replicare.

È invece previsto l'esilio di ufficio in caso di gravi episodi di metagioco.
È metagioco, a titolo d’esempio:
- concordare, appianare o fomentare OFF game situazioni ON game, che sia mediante messaggi privati, sussurri o mezzi di comunicazione estranei alla land;
- essere a conoscenza di dettagli di un altro PG dei quali non si è direttamente appreso ON (nome, mestiere, carattere, status sociale);
- utilizzare ai fini del gioco informazioni ottenute semplicemente leggendo le role altrui, senza avervi preso parte.
Anche in questo caso atteniamoci alla realtà dei fatti oggettivi: ciò che è credibile sapere e percepire ON game.

Torna all'indice


I PNG

Solamente la Gestione e i Master -Fato e di Arte- possono muovere personaggi non giocanti (PNG).
Con PNG non si intendono solo singoli individui, ma anche gruppi di più persone. E' ovviamente possibile dichiarare, se seduti in un locale, un'ordinazione a un cameriere o all'oste, ma è d'obbligo limitarsi strettamente all'azione senza dare connotazioni caratteriali o fisiche. E' proibito instaurare un dialogo di botta-risposta con tali PNG, che rimangono di pertinenza dello staff. E' altresì possibile dichiarare di non esser soli in un determinato luogo pubblico o, ancora, in prima battuta, di essere accompagnati da uno o più amici/parenti/conoscenti a condizione di non muoverli ulteriormente nel corso della giocata, di non caratterizzarli eccessivamente e di non farli interagire con gli altri PG. Lo stesso discorso vale per i gruppi di più persone, o, addirittura, le folle: se pure si può descrivere di essere circondati dalla folla, anche se con la dovuta coerenza con il luogo scelto per giocare, non si potranno descrivere né emozioni né reazioni né, ovviamente, parole o commenti della folla stessa al passare del PG.

Se si vuole dichiarare un PNG, attivo e interagente (governanti, chaperon, domestici), se ne deve tassativamente far richiesta all'Amministrazione. In caso contrario, la giocata verrà considerata nulla e non farà maturare alcun punto esperienza o ne vedrà sottratti. In caso di ripetute contravvenzioni al regolamento, l'Amministrazione si riserverà di esiliare il PG senza alcun ulteriore preavviso.
Sono concessi PNG animali. E' possibile dichiarare d'aver acquistato un animale da compagnia o di averlo trovato per la strada. Come per gli oggetti posseduti, anche per questa categoria è richiesta coerenza, sia con il background del PG che con l'ambientazione. L'Amministrazione si riserva pertanto d'intervenire nel caso in cui si riscontrino incongruenze col regolamento e con la storia.

Torna all'indice


I Punti Esperienza

Opéra è un gioco narrativo: è prevista l’attribuzione automatica di 1 punto esperienza (PX) ogni 2000 caratteri (decimali inclusi). Per giocate particolarmente incisive, e comunque in rari casi, lo Staff può attribuire ai partecipanti dei PX aggiuntivi per un massimo di 10. Parimenti ha facoltà di decurtare PX nel caso di azioni incomplete, mal scritte o eccessivamente prolisse.
Nel corso delle quest/ambient proposte dai Master Fato, ai PX base delle azioni scritte sono aggiunti 10 per ogni ora di gioco effettivo, 5 all’ora per le quest/ambient corporative.

Al momento dell'approvazione della scheda e della relativa attribuzione di cittadinanza il PG riceverà una quota di PX di partenza, proporzionale alla fascia di età:

fino ai 20 anni: 0 px
21-25 anni: 25 px
26-30 anni: 50 px
31-40 anni: 75 px
41-50 anni: 100 px
51 anni e oltre: 150 px

I PX sono spendibili per l’acquisizione delle competenze (vedi oltre).

Torna all'indice


Le Competenze

Si definiscono competenze le caratteristiche che un PG assume nel corso del gioco e che, coerentemente con il background e il vissuto giocato, aiutano a definirne le peculiarità.
ATTENZIONE: il livello 0 non indica l'assenza di una competenza, ma semplicemente che il PG è da considerarsi nella media per quella particolare caratteristica. Le competenze vanno pertanto acquistate qualora il PG presenti caratteristiche fisiche, abilità o consocenze peculiari (un PG particolarmente agile o forzuto, un artista che si distingua dai colleghi, uno studioso specializzato in data materia).
Le competenze si acquisiscono progressivamente (iniziando dal livello 1 e sommandovi i PX di volta in volta richiesti per l'avanzamento) secondo lo schema che segue:

50 PX – livello 1
250 PX – livello 2
500 PX – livello 3
1000 PX – livello 4
2000 PX – livello 5

Dunque, per ottenere il livello 5 in una competenza si dovranno spendere 50 + 250 + 500 + 1000 + 2000 = 3800 px.

L’acquisizione delle competenze non è automatica: una volta raggiunta la quota PX richiesta, è necessario contattare la Gestione perché una competenza venga attribuita. Sarà pertanto la Gestione a decretare se la caratteristica scelta (o il suo livello) sia o meno coerente con il PG; in caso contrario, si riserverà di indirizzare verso quella che riterrà più idonea.
Per garantire omogeneità e coerenza di gioco – e limitare ingerenze da parte di eventuali accumulatori compulsivi – sarà possibile acquisire un numero limitato di competenze per livello:

livello 5 – 1 competenza
livello 4 – 2 competenze
livello 3 – 3 competenze
livello 2 – 4 competenze
livello 1 – 5 competenze

Così come nella scelta del background, anche per quella delle competenze si richiede buonsenso e misura.

ATTENZIONE: come detto, le competenze servono a una caratterizzazione oggettiva del PG e per agevolare i Master nel caso di PvP o confronti. L’acquisizione di una competenza, così come l’uso del dado, non prescinderà mai dalla correttezza formale e sostanziale dell’azione di gioco.

ELENCO DELLE COMPETENZE

Fama ~ Influenza ~ Conoscenza ~ Destrezza ~ Forza


Fama

È l’indice della notorietà del PG e ne misura reputazione e cerchia di conoscenze.

Livello 1: il PG è conosciuto da pochi al di là della stretta cerchia di amici e parenti, sia nel proprio ambito di lavoro che nell’isolato in cui risiede (vicinato, commercianti). Ha il 20% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intrattenimento.
Livello 2: il PG è noto a sufficienza da essere riconosciuto tanto nell'ambiente di lavoro quanto nel proprio quartiere di residenza. Ha il 40% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intrattenimento.
Livello 3: il PG è ben noto nell’ambiente di lavoro e nel quartiere di residenza e il suo nome può trapelare anche fuori da tali confini. La gente informata conosce il nome del PG e sa chi sia e quale sia la sua occupazione. Ha il 60% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intrattenimento.
Livello 4: il PG è sufficientemente famoso da esser noto a gran parte della città; può divenire argomento di conversazione nei salotti mondani così come di pettegolezzi più frivoli, che non tardano ad avere una certa diffusione. Ha l’80% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intrattenimento.
Livello 5: Il PG è universalmente famoso in città; il suo nome è conosciuto pressoché da tutti ed è difficile non sapere chi egli sia. È la stella del suo ambiente di lavoro, forte di schiere di ammiratori quanto di detrattori, e le voci che lo riguardano possono raggiungere una diffusione nazionale. Ha il 100% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intrattenimento.

Torna all'elenco


Influenza

Definisce, indipendentemente dalla fama, la capacità del PG di condizionare persone ed eventi grazie alla propria autorevolezza/autorità e/o ai suoi agganci nella società, dei quali può servirsi per ottenere favori e informazioni di diversa natura.

Livello 1: dotato di discrete doti diplomatiche, il PG può vantare qualche aggancio tra le file più basse del proprio ambito di lavoro e nell’isolato in cui risiede (vicinato, commercianti). Ha il 20% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intimidazione o persuasione e nella raccolta di informazioni anche riservate.
Livello 2: dotato di buone doti diplomatiche, il PG può vantare qualche aggancio tra le file medie del proprio ambito di lavoro e nel proprio quartiere. Ha il 40% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intimidazione o persuasione e nella raccolta di informazioni anche riservate.
Livello 3: dotato di distinte doti diplomatiche, il PG può vantare qualche aggancio anche tra le file alte del proprio ambito di lavoro e nei quartieri limitrofi al proprio. Ha il 60% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intimidazione o persuasione e nella raccolta di informazioni anche riservate.
Livello 4: dotato di ottime doti diplomatiche, il PG può vantare agganci a ogni livello nel proprio ambito di lavoro e in gran parte della città. Ha l’80% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intimidazione o persuasione e nella raccolta di informazioni anche riservate.
Livello 5: dotato di eccellenti doti diplomatiche e vera e propria eminenza grigia, il PG può vantare agganci praticamente ovunque. Ha il 100% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di intimidazione o persuasione e nella raccolta di informazioni anche riservate.

Torna all'elenco


Conoscenza

È indice del bagaglio di studi del PG e della sua capacità di applicazione ai casi concreti. Dando per scontata un’infarinatura generale (sempre e comunque adeguata al background e al vissuto ON del PG), si dà la possibilità di approfondire, fino all’eccellenza, un numero di discipline limitato per ogni livello, da comunicare alla gestione contestualmente alla richiesta di attribuzione della competenza. Per la scelta delle conoscenze non esiste un elenco al quale attingere; nella categoria rientrano in senso lato tutte le abilità, teoriche e pratiche, apprendibili mediante studio/applicazione e che non rientrano nelle macrocategorie già indicate per destrezza e forza e di seguito riportate.

Livello 1: nel corso della sua vita il PG ha avuto modo di studiare con particolare passione cinque discipline, siano esse teoriche o pratiche. È dunque in grado di sfoggiarne, a pari merito, una discreta padronanza. Ha il 20% di abilità in più – rispetto alla norma – nella loro applicazione pratica.
Livello 2: il PG ha avuto modo approfondire gli studi di quattro delle cinque discipline scelte. Di queste quattro è in grado di sfoggiare, a pari merito, una buona padronanza e per queste ha il 40% di abilità in più – rispetto alla norma – nella loro applicazione pratica.
Livello 3: il PG ha avuto modo approfondire ulteriormente gli studi di tre delle discipline precedenti. Di queste tre è in grado di sfoggiare, a pari merito, una distinta padronanza e per queste ha il 60% di abilità in più – rispetto alla norma – nella loro applicazione pratica.
Livello 4: il PG ha avuto modo approfondire ulteriormente gli studi di due delle discipline precedenti. Di queste due è in grado di sfoggiare, a pari merito, una ottima padronanza e per queste ha l’80% di abilità in più – rispetto alla norma – nella loro applicazione pratica.
Livello 5: il PG si è concentrato nello studio, in ogni suo aspetto, di una delle due discipline precedenti. Di questa ha una padronanza eccellente e ha il 100% di abilità in più – rispetto alla norma – nella sua applicazione pratica.

Tradotto in termini più pratici, se un PG sceglie di approfondire cinque discipline (D1, D2, D3, D4, D5), l'assetto iniziale sarà:

Conoscenze (lvl 1): D1 (1) - D2 (1) - D3 (1) - D4 (1) - D5 (1)

Il livello 2 permette di incrementare di un punto quattro a scelta delle cinque discipline precedenti. Quindi:

Conoscenze (lvl 2): D1 (2) - D2 (2) - D3 (2) - D4 (2) - D5 (1)

Il livello 3 incrementa di un ulteriore punto tre delle discipline al livello 2:

Conoscenze (lvl 3): D1 (3) - D2 (3) - D3 (3) - D4 (2) - D5 (1)

Al livello 4 si avrà:

Conoscenze (lvl 4): D1 (4) - D2 (4) - D3 (3) - D4 (2) - D5 (1)

Infine, al livello 5:

Conoscenze (lvl 5): D1 (5) - D2 (4) - D3 (3) - D4 (2) - D5 (1)

Torna all'elenco


Destrezza

Identifica la capacità del PG di destreggiarsi in movimenti complessi e/o furtivi, in prove fisiche di precisione o generalmente appannaggio di costituzioni leggere e medie.
ATTENZIONE: le descrizioni di seguito vanno intese come macrocategorie e ragionevolmente adeguate alle caratteristiche e al background del PG.

Livello 1: il PG è in grado di effettuare sequenze di movimento minimamente complesse (saltare, scavalcare a 1,5 metri) e il 20% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di furtività e velocità (a piedi e a cavallo), nella rapidità e precisione di attacco (uso di armi bianche/da fuoco e borseggio inclusi) e nello schivare ostacoli e assalti.
Livello 2: il PG è in grado di effettuare sequenze di movimento complesse (saltare, scavalcare a 2 metri), minime acrobazie (capovolte) e il 40% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di furtività e di corsa (a piedi e a cavallo), nella rapidità e precisione di attacco (uso di armi bianche/da fuoco e borseggio inclusi) e nello schivare ostacoli e assalti.
Livello 3: il PG è in grado di effettuare sequenze di movimento a complessità medio-elevata (saltare, scavalcare a 3 metri), medie acrobazie (verticali e ruote) e il 60% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di furtività e di corsa (a piedi e a cavallo), nella rapidità e precisione di attacco (uso di armi bianche/da fuoco e borseggio inclusi) e nello schivare ostacoli e assalti.
Livello 4: il PG è in grado di effettuare sequenze di movimento a complessità elevata (saltare, scavalcare a 4 metri), grandi acrobazie (volteggi) e l’80% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di furtività e di corsa (a piedi e a cavallo), nella rapidità e precisione di attacco (uso di armi bianche/da fuoco e borseggio inclusi) e nello schivare ostacoli e assalti.
Livello 5: il PG è in grado di effettuare sequenze di movimento a complessità molto elevata (saltare o scavalcare a 5 metri e oltre), combinazioni di acrobazie e il 100% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di furtività e di corsa (a piedi e a cavallo), nella rapidità e precisione di attacco (uso di armi bianche/da fuoco e borseggio inclusi) e nello schivare ostacoli e assalti.

Torna all'elenco


Forza

La forza identifica la prestanza fisica del PG in termini di potenza e resistenza, la capacità di sollevare pesi e di causare o incassare danni fisici, in generale appannaggio di costituzioni medie e robuste.
ATTENZIONE: le descrizioni di seguito vanno intese come macrocategorie e ragionevolmente adeguate alle caratteristiche e al background del PG.

Livello 1: il PG è in grado di sollevare e trasportare senza fatica un peso massimo di 5 kg e il 20% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di forza e resistenza (corpo a corpo, arrampicata, corsa, nuoto), nella potenza di un attacco andato a segno e nella resistenza a un attacco subito.
Livello 2: il PG è in grado di sollevare e trasportare senza fatica un peso massimo di 10 kg e il 40% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di forza e resistenza (corpo a corpo, arrampicata, corsa, nuoto), nella potenza di un attacco andato a segno e nella resistenza a un attacco subito.
Livello 3: il PG è in grado di sollevare e trasportare senza fatica un peso massimo di 20 kg e il 60% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di forza e resistenza (corpo a corpo, arrampicata, corsa, nuoto), nella potenza di un attacco andato a segno e nella resistenza a un attacco subito.
Livello 4: il PG è in grado di sollevare e trasportare senza fatica un peso massimo di 40 kg e l’80% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di forza e resistenza (corpo a corpo, arrampicata, corsa, nuoto), nella potenza di un attacco andato a segno e nella resistenza a un attacco subito.
Livello 5: il PG è in grado di sollevare e trasportare senza fatica un peso che può andare anche oltre i 50 kg e il 100% di abilità in più – rispetto alla media – nelle prove di forza e resistenza (corpo a corpo, arrampicata, corsa, nuoto), nella potenza di un attacco andato a segno e nella resistenza a un attacco subito.

Torna all'elenco competenze

Torna all'indice


Il PvP

A premessa, si specifica che gli scontri tra PG (Player vs Player) sono concessi unicamente alla presenza di un Gestore, un Amministratore o di un Master Fato. Si richiede quindi di accertarsi della disponibilità di una di queste figure prima di iniziare un PvP, o di interrompere la giocata in corso e riprenderla finché non sarà possibile avere una supervisione da parte dello staff.
A definire l’esito dello scontro non saranno soltanto le competenze acquisite dai PG e i tiri di dado – quando richiesti – ma anche e soprattutto la qualità e la coerenza dell’azione scritta (laddove per “qualità e coerenza” non si intendono azioni prolisse o arzigogolati esercizi di stile e nemmeno l’uso eventuali termini tecnici, quanto piuttosto fluidità, chiarezza e adeguatezza).
Come nel corso di una normale giocata, è importante tenere a mente che il PG deve limitarsi a “tentare” un’azione di attacco o difesa, così da dare all’altro modo di “tentare” di agire di conseguenza nell’attesa dell’esito del Fato.

Stando alla nostra ambientazione e al contesto storico, i duelli (all'arma bianca o con armi da fuoco, al primo o all'ultimo sangue) erano vietati per legge e chi comunque volesse ingaggiarne con altri individui per i motivi più disparati, doveva farlo in segreto e ben lontano dagli occhi della gendarmeria o di privati cittadini che, accorgendosi del fatto, potessero denunciarlo alle autorità competenti.

Che si tratti di duello, aggressione o rapina, si potrà dichiarare in gioco l'uso di un'arma solo se figura nella propria lista di oggetti posseduti. In caso di furto, la vittima è tenuta a passare all'aggressore esclusivamente la somma di denaro o gli oggetti portati con sé, senza attingere a nulla di quello che sia depositato in banca.

Torna all'indice


Riferimenti:
Amministratori, Master Fato, Master d'Arte e Maschere

Lo staff si divide in:

Gestori e Amministratori: sono le figure principali, alle quali rivolgersi per qualunque genere di domanda su
- regolamento
- meccaniche di gioco
- dubbi, proteste, chiarimenti, proposte di gioco
- segnalazioni di bug sul codice del sito, problemi sulla grafica, proposte di sviluppo del sito e di nuove parti del gioco (corporazioni, professioni, luoghi...)
- storia, ambientazione, costume
- creazione del personaggio e inserimento nel contesto storico.

Master Fato: sono le figure che, di fatto, animano l'ambientazione mediante l'intervento, in corso di gioco, di accadimenti estranei alle previsioni dei PG, coinvolgendoli in situazioni che possono esaurirsi nel corso di una giocata singola o in più giocate concatenate tra loro, nonché di raccogliere eventuali spunti di gioco dall'utenza e di sottoporli alla Gestione per il vaglio. I Master Fato sono tenuti a organizzare almeno una quest o un evento al mese e devono offrire la disponibilità a presiedere a scontri, duelli e a qualunque occasione richieda almeno un lancio di dado, pena il sollevamento dell'incarico.

Master d'Arte: sono i capi corporazione. I Master d'Arte possono assumere un ruolo di rilievo anche in ON, oppure scegliere di svolgere un ruolo ordinario nella gerarchia corporativo e riservarsi di muovere come PNG figure di grado più elevato, come quelle predisposte ai colloqui d'ammissione. I Master d'Arte sono tenuti a tenere costantemente vivo il gioco corporativo mediante l'organizzazione di almeno una riunione, quest o evento corporativo mensili, pena il sollevamento dall'incarico. Il Master d'Arte può inoltre riservarsi di nominare un vice-master che ne faccia le veci in caso di necessità.

Maschere: proprio come una maschera a teatro, queste figure hanno il ruolo di affiancarsi ad Amministratori e Master per accogliere ed orientare tra ambientazione e meccaniche di gioco i nuovi iscritti o chiunque avesse dubbi o non sapesse come muoversi nelle più diverse situazioni.

Torna all'indice


Les Jeux sont faits

Salvo diversa comunicazione alla Gestione di assenze di più lunga durata, è prevista la cancellazione dell'account a due mesi dall'ultimo login per chi, ottenuta la cittadinanza, abbia giocato almeno una volta (e per giocato si intende role intera, con azione d'entrata, svolgimento e azione d'uscita).
I PG che, pur avendo ottenuto lo status di cittadino, non abbiano giocato almeno una volta, verranno cancellati a due mesi dall'iscrizione, indipendentemente dalla frequenza dei login.
Le schede lasciate vuote, o con BG non approvati, verranno cancellate a un mese dall'iscrizione, indipendentemente dalla frequenza dei login

Gli account inattivi vengono cancellati d'ufficio.
Nel caso in cui un giocatore abbandonasse il gioco per propria scelta o in seguito ad espulsione, il suo PG andrà via con lui salvo diversa richiesta dell’interessato.

Torna all'indice


Netiquette

La più grande forma di rispetto nei confronti degli altri giocatori (staffer compresi) è quella di comportarci con la stessa educazione con la quale ci comporteremmo con chi sta fisicamente di fronte a noi.

In merito alle norme di buona educazione, e soprattutto del rispetto, la Gestione rende noto che il chiunque voglia seguire una giocata soltanto leggendola (backchatting) può farlo solo previa richiesta ai giocatori coinvolti.

Non saranno inoltre tollerate minacce, ripicche o appunti di alcun genere tra un giocatore e l'altro: qualunque contrasto OFF avvenuto nel contesto di Opéra deve essere rimandato alla Gestione. Al contrario, la Gestione non interverrà in nulla che non sia oggettivabile tramite log: non saranno dunque attenzionati screzi derivati da discussioni per mezzo di strumenti di comunicazione esterna (social network, sistemi di messaggistica privata).

L’utenza è inoltre caldamente invitata a segnalare allo Staff qualunque comportamento scorretto possa ravvisare in land, astenendosi dall’intervenire in prima persona.

La buona educazione, oltre che la scaltrezza, suggerirebbe inoltre di non usare Opéra come piattaforma per la sponsorizzazione di altri giochi di ruolo, siano essi via chat, via forum o cartacei, né tramite sussurro, né tramite messaggio privato, né, men che meno, nelle bacheche pubbliche.

In ultimo, e non per ultimo, la Gestione invita chi per un motivo o per l'altro scegliesse di lasciare la land in via definitiva dopo aver giocato con una certa assiduità a segnalarlo, soprattutto se membro di un'Arte o se presenza nota di Parigi. Non tutte le improvvise sparizioni forniscono spunti di gioco: gran parte di esse sono solo surreali.

Lo staff è sempre a più completa disposizione dell'utenza; l'utenza è però tenuta a non fare richieste che non possano essere oggettivamente esaudite, per incompatibilità con il regolamento, con l'ambientazione o con il periodo storico.

Torna all'indice

Credits

Opéra è un gioco di ruolo gratuito e non a scopo di lucro; non è pertanto accettata alcuna donazione.

Il codice utilizzato si basa su GDRCD 5.4 di Breaker (si rimanda alla lettura della licenza d'uso e riproduzione in homepage); la patch per l'ottimizzazione dell'anagrafe è stata sviluppata da Eriannen. Entrambi sono gratuitamente reperibili sul sito gdr-online.com.

Salvo ove espressamente specificato, immagini e testi sono da considerarsi proprietà di Opéra e pertanto non utilizzabili da terzi; fanno eccezione le fonti alla paternità intellettuale delle quali non è stato possibile risalire, e comunque removibili su richiesta dei detentori ufficiali dei rispettivi diritti, e i font e i pennelli grafici in royalty-free. L'utenza è invitata a segnalare alla Gestione qualunque esplicito riferimento al materiale originale presente in Opéra venisse notato altrove.

Immagini, filmati e testi adoperati per avatar, schede o simboli di corporazione proposti sono da considerarsi di proprietà degli utenti. Pertanto Opéra non è responsabile delle violazioni delle leggi vigenti in materia di copyright da parte di questi ultimi.

Torna all'indice