Opéra GdR
Hai dimenticato la password?
Notizie

25.01.2021: Cronologia di Gioco.

Consultabile sia dalla home che dalla documentazione al login la nuova voce Cronologia di Gioco, aggiornata al dicembre 1876.


01.10.2020: Modifiche al Regolamento.

Aggiornati i paragrafi Primo login e compilazione della scheda, Oggetti e Mercato, Arti e Mestieri, Il Gioco e Les jeux sont faits: se ne consiglia a tutti l'attenta lettura.


20.07.2020: Modifiche al Regolamento: reputazione.

Aggiunto il parametro reputazione in correlazione alla competenza fama.


20.07.2020: Modifiche al Regolamento: reputazione.

Aggiunto il parametro reputazione in correlazione alla competenza fama.


14.06.2020: F.A.Q.

Disponibili in Documentazione le domande poste pi frequentemente dagli utenti.


08.04.2020: Modifiche al regolamento

Da oggi le richieste di attribuzione di un mestiere e di ingresso in arte/affiliazione, cosi' come l'ufficializzazione dei prestavolto, saranno possibili dopo almeno quattordici giorni di gioco effettivo e continuativo.

I bonus previsti per l'iniziativa #iorestoacasa sono prorogati fino alla fine della fase 1.

10.03.2020: #iorestoacasa

Vista la situazione particolare che sta vivendo il nostro paese e le raccomandazioni che ci giungono dalla politica, anche Opra aderisce alla campagna #iorestoacasa.
Per "consolare" chi decide di passare il suo tempo con noi questo e' il nuovo assetto fino al 3 aprile o a nuove direttive dal Governo:

Per i PG gia' iscritti:

- I px normalmente dati per ambient/quest/e giocate corporative sono raddoppiati.
- Ogni giocata libera effettuata da domani sara' premiata con px extra (fino a un massimo di 10 px escluse le giocate in privato).

Per i nuovi iscritti:

- I px normalmente dati come bonus eta' dopo l'approvazione del BG sono raddoppiati.
- La somma di denaro disponibile all'iscrizione (sempre dopo approvazione del BG) e' raddoppiata.

E aspettatevi qualche sorpresa da parte dei Master!

Buon gioco a tutti! E resti a casa chi puo'!

14.10.2018: Bentornati a Parigi!

Dopo la lunga attesa dovuta all'aggiornamento del codice e a un restyling generale, all'alba del suo decimo compleanno Opra riapre in beta test con alcune novita':

- pur non trattandosi di un vero e proprio reboot la data di gioco torna indietro al 1874; questo consentir di dare maggior risalto ai lavori di costruzione dell'Opra Garnier e alla sua inaugurazione, il 5 gennaio 1875;

- sono stati aboliti tutti i PG/PNG correlati al romanzo di Leroux e opere derivate;

- e' stata chiusa la corporazione del Figaro e quello di giornalista e' diventato un lavoro indipendente; alcune delle corporazioni rimaste sono in fase di valutazione e potranno essere chiuse/modificate in base ai risultati della fase di beta;

- e' stata creata una mappa testuale per rendere pi agevole trovare le location di gioco, sottomappe incluse;

- i punti esperienza, finora indicativi unicamente dell'anzianit di gioco, saranno da adesso spendibili in competenze specifiche.

La Gestione e lo Staff danno il benvenuto a nuovi arrivi e vecchi ritorni; non esitate a contattarci per qualunque necessit e... buon gioco a tutti!


Cronologia di Gioco

1874

  • Opéra de Paris - Cenere e Pietra

    I fratelli Gerôme e Camille Lavachey, riottosi sfuggiti alla repressione della Comune e protagonisti di numerose proteste anti-borghesi, vengono trovati impiccati all'interno del cantiere della nuova Opéra. La sera precedente si erano scagliati, verbalmente e fisicamente, contro alcuni passanti attirati dai lavori in corso.

    29 août

  • Una Triste Melodia - La Dama Bianca

    Una giovane donna tenta di togliersi la vita gettandosi nella Senna sotto il Pont des Arts dopo avere intonato uno strano canto. Viene recuperata incosciente ma viva, abbandonando un antico foglio di spartito strappato che schiude la porta su qualcosa di assai meno sublime della musica.

    16 octobre

  • Opéra de Paris - La prima prova

    Nella Grande Salle dell'Opéra si tiene la prima prova acustica. Si consegue un ottimo risultato, nonostante le porte di alcuni palchetti non riescano ad aprirsi e gli strani biglietti recapitati ai patron presenti.

    17 octobre

  • Una triste melodia - Lo spartito strappato

    Un uomo si presenta nel negozio di un antiquario per disfarsi di un vecchio foglio di spartito, perché da quando la figlia ne è entrata in possesso ne è diventata ossessionata. E per tre volte ha tentato di togliersi la vita. La melodia è la stessa di un'altra, già sentita; a esser nuovo è il nome proferito da labbra già folli: quello del Principe di Chaillot.

    24 octobre

  • Spirito e Materia

    La sera di Ognissanti, sulle sponde del Lac Inferieur, una donna dall'aspetto spettrale invoca gli spiriti a scendere su una piccola folla incuriosita. E gli spiriti paiono arrivare davvero come un refolo di vento acre e dolciastro, fiaccando, scuotendo o terrorizzando chi assiste. Forse l'unica in grado di dare una spiegazione proprio è la veggente: Madame Eurydice.

    31 octobre

  • Una triste melodia - Sulle scale dell'Arco

    Una giovane donna tenta di gettarsi dalla sommità dell'Arc de Triomphe dopo averne percorso le scale intonando un canto malinconico. Inchiodata tra Polizia e visitatori non le resta che affidare quanto porta con sé, un vecchio foglio di spartito, a qualcun altro, raccomandandosi di portarlo a Chaillot.

    14 novembre

  • Opéra de Paris - Il Fantasma dell'Opera

    Durante una prova dai soprascena della Salle Ventadour precipita l'operaio Daniel Lambert. Inspiegabile che indossi un mantello da gentiluomo e porti alla vita una fune diversa da quelle di comune utilizzo. Come inspiegabile è il motivo che, secondo il convergere delle prove, l’avrebbe spinto a uccidere i due fratelli Lavachey: perché avrebbe dovuto? E chi è il Fantasma dell’Opera?

    19 novembre

  • Un pittore maledetto?

    In place Saint-André des Arts, un maldestro acrobata provoca un piccolo incendio nel corso di una fiera. Nessun danno serio se non alla reputazione di qualcuno: un pittore di Montmartre che per molti sarebbe maledetto, le cui opere provocherebbero strani malesseri che scemano solo quando vengono rimosse. Il motivo? Forse non si tratta solo di superstizione…

    3 décembre

  • Opéra de Paris - Addio alla Salle Ventadour

    Il gala in onore della Polizia alla chiusura dello spinoso caso Lavachey/Lambert segna l'ultimo evento mondano per l'Opéra prima di mostrarsi al mondo nell'opulento scenario di Garnier. Dettagli più precisi sugli aspetti più fumosi nella risoluzione del caso emergeranno solo nel corso del processo a Lambert, ormai unico possibile, per quanto improbabile, colpevole.

    4 décembre

  • Fil rouge - Un'alba di sangue

    Quattro spari provenienti dal Palais des Tuileries provocano una morta e tre feriti. Alcuni prestano soccorso, altri fanno irruzione; un altro sparo, questa volta all'interno. Un'altra vittima e un fuggitivo è quanto basta alla Polizia per una convulsa caccia al responsabile. Ma, quando il sole sorgerà su Parigi, illuminerà una bandiera rossa a sventolare sulla sommità dell'edificio...

    14 décembre

  • Opéra de Paris - Lumière et musique

    Per la prima volta viene acceso il lampadario della Grande Salle dell'Opéra; una meraviglia che muta in stupore quando nell’auditorium risuona la musica infernale di un organo impossibile da trovare così come la persona che lo suona, mentre tutte le porte risultano bloccate. Al direttore Lefèvre l’onere di dare una spiegazione plausibile ma qualcuno è certo di aver visto l'ombra di un mantello muoversi nel palco numero cinque.. benché questo fosse vuoto.

    18 décembre

  • Una triste melodia - Château de la Muette

    Una donna irrompe in Prefettura: una sua amica è stata trascinata in una carrozza diretta al Castello de la Muette, ove anche altre sono tenute in ostaggio. Sembra che il Principe sia furioso per una pergamena perduta, affidata alla persona sbagliata. Stanato il suo covo non resta che definire i dettagli di un piano del quale un’apparentemente indifesa ballerina sarà la chiave.

    19 décembre

1875

  • Opéra de Paris - Inaugurazione

    Il teatro apre al cospetto delle più importanti rappresentanze francesi e straniere. Personalità eminenti quali il Presidente della Repubblica Mac-Mahon, i membri della famiglia reale di Spagna, il borgomastro di Amsterdam e il Lord sindaco di Londra hanno fatto parte dei più di duemila fortunati spettatori del più importante evento artistico del secolo. E probabilmente dei secoli a venire.

    5 janvier

  • Fil Rouge - Espiazione

    Un'esplosione crea una voragine nel cantiere per la basilica del Sacré-Coeur e ferisce gravemente alcuni passanti. Quando la nube di polvere e gesso si dirada chi accorre vede issata un’asta sulla quale danza una bandiera rossa al centro del cantiere. Collegato o no all'evento delle Tuileries, borghesi e nobili iniziano a temere per la propria incolumità. Tensioni tra i diversi strati sociali saranno inevitabili.

    9 janvier

  • La tigre bianca

    Al termine dello spettacolo del pomeriggio una tigre bianca fugge da una delle gabbie del Cirque d’Hiver ferendo alcuni passanti. La Direzione si adopera perché la notizia non raggiunga i giornali e gli uffici di Polizia, gettando un’ombra piuttosto torbida sull’accaduto.

    15 janvier

  • Una triste melodia - Descente

    Dopo settimane di appostamenti, pedinamenti e planimetrie, e grazie a informazioni raccolte in modi non propriamente leciti la Polizia stana il misterioso Principe di Chaillot usando come esca una ballerina dell’Opéra. L’uomo, tutt'altro che nobile, viene tratto in arresto e i suoi tre ostaggi liberate: per lui non suonerà più alcuna triste melodia e più nessuna giovane gli offrirà, letteralmente, la propria vita.

    16 janvier

  • Fil Rouge - Visioni

    Tra i reduci di Montmartre gira la voce di un complotto ai danni degli ultimi della società, gli stessi che la rivoluzione haussmanniana ha sradicato dal cuore di Parigi e spinto nei sobborghi. Loro colpiranno ancora, nei luoghi più strettamente connessi alla guerra civile. Quale capro espiatorio migliore per gli attentati se non chi ancora sopravvive della frangia comunarda?

    19 janvier

  • Blasphemia - Saint-Sulpice

    Davanti alla piazza di Saint-Sulpice un artigiano sta intagliando un pezzo di legno. Immotivatamente irato per essere stato disturbato se ne va abbandonando la sua opera incompiuta: quella che a una prima occhiata sembrava una statuetta della Vergine Maria si rivela una sua rappresentazione blasfema e mostruosa. Poche lettere sul basamento: I - SVLPICE. E proprio nel buio della torre incompiuta dell’omonima chiesa qualcuno ha osservato ogni cosa…

    23 janvier

  • Fil Rouge - Le temps des cerises

    Nonostante gli agenti a presidio un uomo, appollaiato sulla cinta del parc Monceau, tiene puntato il proprio fucile verso la strada. Reso inoffensivo quasi subito dalla Polizia intona un canto caro ai comunardi: Le temps des cerises. Un secondo terrorista viene avvistato all’interno del parco e ucciso. I cadaveri di tre poliziotti vengono trovati all'interno della Rotonde de Chartres.

    1 février

  • Fil Rouge - Déja-vu

    La Polizia è sempre più soffocata dall'ombra incombente di un passato di sangue: in alcuni negozi aumenta la richiesta per i beni di prima necessità, nelle chiese le omelie contro simili atti barbarici si fanno sempre più veementi e sempre più politiche e per le strade c'è diffidenza e disprezzo, come se la città più bella del mondo si stesse accartocciando su se stessa.

    2 février

  • Fil Rouge - Denis

    A tarda sera un incendio divampa in un negozio di place Vendôme; un diversivo per permettere a qualcuno di sgattaiolare via dopo aver piazzato una bandiera rossa sulla sommità della Colonna. Ma non è la Polizia ad acciuffare la piccola ombra in fuga: Denis, un orfano di Montmartre, assoldato da due distinti signori per esporre, approfittando della confusione, il drappo, gettato a tutt'altro tipo di fuoco da una folla inferocita.

    5 février

  • Fil rouge - Masquerade

    Durante l'annuale Bal Masqué dell'Opéra, un uomo in frac viene trascinato al pubblico da un patron travestito da Morte Rossa, che informa che tra le fondamenta del teatro si trova una ingente quantità di esplosivo e di aver già provveduto ad avvisare la Polizia. Che non impiega troppo tempo a scoprire l’identità del colpevole: Pierre de Gramont, membro di un ramo cadetto della nota famiglia che vanta ben più di un blasone.

    7 février

  • Fleurs de Paris - Inaugurazione

    Con una mostra di beneficenza l’Associazione benefica apre i battenti nella sede provvisoria del Marais.

    8 février

  • Blasphemia - Sainte-Geneviève

    Una coppia di zingari si sta esibendo davanti al Panthéon finché, dall'interno della chiesa, un sacerdote salta fuori sbraitando e accusandoli di aver portato in chiesa un maleficio: una statuetta di legno, raffigurante una blasfema Vergine con Bambino del tutto simile a quella abbandonata poche settimane prima davanti a Saint-Sulpice non fosse per le lettere alla base: IV - GENEVIEVE.

    13 février

  • Fil Rouge - Deus ex Machina

    Chi è stato mandato a Montmartre per far tacere per sempre Denis viene messo in fallo; a forzare la mano di un Fato particolarmente benevolo potrebbe essere un meccanismo senza nome e sconosciuto al di là dei confini della collina e tale resterà ma che di certo non ama essere disturbato in casa propria.

    23 février

  • Bazaar - Dare e avere

    Da qualche giorno girano voci riguardo a un negozio, in Saint-Denis, i cui oggetti non si comprerebbero con il denaro ma con favori. Il gestore, Fernand Franc, è un arzillo vecchietto che promette di esaudire qualunque desiderio. A qualunque prezzo si sia disposti a pagare.

    26 février

  • Una mano fortunata

    Rapina al Bain Deligny. Nella sala ristorante della rinomata piscina si seminano panico e paura. Sul quai alla quale è attraccato il battello una donna viene presa in ostaggio.

    28 février

  • L'eredità di Carmen

    Il disastroso debutto dell’opera di Georges Bizet all’Opéra Comique si tinge di mistero, ad ascoltar le parole di due artisti amici del compositore. Si allude a una strana malattia senza nome… e chissà che non sarà proprio questa a ucciderlo, pochi mesi più tardi.

    6 mars

  • Fil Rouge - Alpha e Omega

    La vecchia monarchia morente che non accetta di estinguersi. Un tentativo di cambio al vertice giustificato dal terrore seminato nei mesi, gli unici capri espiatori del quale dovevano essere i comunardi rimasti nascosti a Parigi, vittime del loro stesso desiderio di rivalsa. Un nome nobile da consegnare alla giustizia per dare fine a tutto. E una lista di soprannomi che, con la giusta chiave di lettura, mette in pericolo ogni sopravvissuto alle barricate...

    12 mars

  • Les Mots des Arbres - Foglie incomprensibili

    In place Saint Michel uno strano pittore dipinge strane piante. Qualcuno chiede, ma l’unica risposta pare scritta su un foglio in un alfabeto sconosciuto, del quale è terribilmente geloso. Solo un nome, Malik, e l’accenno a qualcosa da fare per ottenere il segreto della vita.

    14 mars

  • Bazaar - Purim

    Durante i festeggiamenti nel Marais per Purim vengono esplosi due colpi di pistola. Un ebreo muore sul colpo, un gentile è gravemente ferito. A premere il grilletto, apparentemente istigata da uno sconosciuto poi svanito, è un'altra gentile Florence Maret, colta in flagrante e prontamente condotta in arresto: il pagamento all'uomo del bazaar per salvare la vita dei suoi gentori non è andato a buon fine.

    20 mars

  • Les Mots des Arbres - Barbecue

    Tre clochard si stanno scaldando attorno a un falò davanti a Notre Dame ma basta poco per capire qualcosa non va: il fumo di uno strano incenso, concitate parole di una lingua sconosciuta, enigmatici disegni di piante, il nome di Malik che torna… e una mano da mangiare: la conoscenza è cibo di vita.

    27 mars

  • Fil Rouge - Danse Macabre

    La ghigliottina della Porte d'Arcueuil beve il sangue dei tre comunardi riconosciuti colpevoli, giustiziati davanti a un centinaio di spettatori. Al mandante, Pierre de Gramont, spetta la fine peggiore: la lama s'inceppa rendendone atroce l’esecuzione. E Le Temps des Cerises riecheggia ancora una volta scuotendo gli animi di chi, sfuggito alla repressione, si è adeguato a pascersi nell’ombra confortante della borghesia.

    28 mars

  • Bazaar - L'ago nel pagliaio

    Un medico entra nel perverso gioco del bazaar: il dottor Duprès, che avrebbe ripreso in cura i genitori di Florence in cambio dell’amore di una donna. E che lui stesso, con la sua richiesta, ha messo in pericolo. Il giorno dopo viene ritrovato morto nel suo letto mentre qualcuno, alle Halles, tenta di rapire qualcuna che corrisponde alla descrizione della sua bella. E di Franc non c'è più traccia.

    10 avril

  • Bazaar - Una richiesta di aiuto

    Qualcuno chiede aiuto a Montmartre per rivalersi sul Franc: Augustin Hautcoeur, che ha rapito una giovane donna per cinquemila franchi mai incassati. Montmartre risponde mettendo a disposizione un magazzino per lo scambio tra cliente e debitore e la promessa d'impartire una punizione memorabile: Do ut des.

    4 mai

  • Les Mots des Arbres - Rose

    Sul Pont Neuf si muove un uomo in evidente stato di shock. Recita Malherbes, parla dell’amata morta, regge tra le dita un mazzo di fiori secchi e insanguinati avvolti in un foglio di un manoscritto già visto, con un nome già sentito: Malik. E il sangue è proprio il suo, che s’è piantato un coltello in petto… ma a che scopo?

    6 mai

  • Blasphemia - Saint-Germain-des-Prés

    Un'altra statuetta blasfema viene ritrovata nel fagotto di un'orfana fuggita dalla sacrestia di Saint-Germain-des-Prés. Come le altre, qualcosa è inciso sul basamento: III-GERMAIN. Qualcuno ne attribuisce l'opera demonio in persona. Qualcun altro, al contrario, le sta raccogliendo, interessato a svelarne i segreti.

    16 mai

  • Bazaar - Pesce all'amo

    Lo scambio promesso da Montmartre segue un copione differente: Hautcoeur e Jacques Ruolt, socio di Franc, vengono interrogati e presi in ostaggio.

    17 mai

  • Bazaar - Tradimento

    Nel corso dell’inaugurazione di un nuovo negozio di antichità in Saint-Lazare qualcuno riconosce Ferdinand Franc. Fallito il tentativo di un complice di attentare alla proprietaria Isabelle Chimot, la accusa di avergli rubato l'idea del bazaar. Ma, forse, sono solo i deliri di un folle che credeva di avere la città in pugno e che ora, invece, non ha più nulla.

    22 mai

  • Opéra de Paris - Les Huguenots

    Durante la terza replica della mastodontica opera di Meyerbeer un grosso serpente nero striscia nella buca dell’orchestra. Lo spettacolo va avanti finché l’animale non cade in grembo alla primadonna Emmeline West, che sviene. Mentre la direzione si affanna a salvare il salvabile in scena un macchinista riesce a catturarlo: nient'altro che un innocuo rettile di proprietà del sultano Abdülaziz, venuto in visita al teatro pochi giorni prima.

    4 juin

  • Blasphemia - Notre Dame

    Una quarta statutetta viene sequestrata a tre ragazzini che l'hanno trovata abbandonata dietro l'abside della Cattedrale; è in tutto e per tutto simile alle altre, a differenza dell'incisione sul basamento: II - NOTRE DAME. Sempre più persone sono coinvolte in questa fitta rete a metà tra grottesco e blasfemo. Gli elementi ci sono tutti: riusciranno a venirne a capo?

    6 juin

  • Bazaar - Dai flutti

    Sulla riva destra della Senna, in prossimità dell'Ile Saint-Louis, vengono rinvenuti due cadaveri in avanzata decomposizione.

    12 juin

  • Potere al Popolo - La Prima Pietra

    Sulla sommità di Montmartre, davanti a più di quindicimila persone, si posa la prima pietra della nuova basilica progettata per espiare le colpe dei Comunardi. All’ombra dell’evento ufficiale quattro operai aggrediscono un borghese dalla lingua troppo lunga. E chi potrebbe intervenire per aiutarlo lo uccide sulle note di Le Temps des Cerises.

    16 juin

  • Bazaar - L'orchestra di Saint-Denis

    La notizia è di dominio pubblico: i due cadaveri della Senna sono Ruolt e Hautcoeur, che settimane prima sarebbero stati visti litigare violentemente fuori Parigi, a Ivry-Sur-Seine, probabilmente per il debito mai saldato; con gran scorno della Polizia parigina il caso passa alle forze di Ivry, che dopo aver ritrovato Franc si occupa del suo trasferimento all'asilo di Sainte-Anne.

    24 juin

  • Bazaar - Al fuoco

    Il negozio ormai abbandonato prende fuoco. Trovato inspiegabilmente al suo interno, il proprietario porterà con sé il suo segreto dopo una lunga agonia. Una brutta macchia sulla squadra di Ivry e sulle capacità della Polizia di Parigi. Mentre chi aveva ancora qualche dubbio ora ne ha la certezza: se si vogliono favori è a Montmartre, e a loro soltanto, che si deve chiedere.

    26 juin

  • La Compagnia - Allegorie

    Voci e annunci conducono numerosi curiosi ai piedi del Tempio della Sibilla, al Buttes-Chaumont, ove uno sgargiante ometto dà il benvenuto al pubblico a nome della Compagnia per sfidare Parigi: quattro eventi, quattro gare per quattro diverse allegorie: Forza, Goliardia, Bellezza e Intelligenza. Ai vincitori spetterà un ricco premio in denaro e l'onore di poter sfidare le allegorie in persona.

    8 juillet

  • Potere al Popolo - Incontri

    Le voci - mai uscite dall'ambiente strettamente operaio - su una possibile riorganizzazione proletaria in quel di Saint-Martin si sono dimostrate più che concrete. In uno dei suoi magazzini un piccolo gruppo di proletari inizia a riunirsi per lottare per il diritto di un lavoro più dignitoso e più sicuro, per la parità da riconoscere alle donne, per la tutela da dare a gravide e giovani.

    8 juillet

  • Opéra de Paris - Un fantasma bugiardo

    Una ballerina dell’Opéra viene rivenuta, spaventata e insanguinata, appena fuori dal teatro mentre un uomo ammantato di nero fugge via. Sconvolta, parla di un fantasma di cui si fidava e che le ha fatto male dopo averle promesso una gloriosa carriera. Ma i veri fantasmi non fanno promesse e non si lasciano acciuffare facilmente come questo…

    17 juillet

  • Potere al Popolo - Proletari di tutto il mondo, unitevi!

    Sulle porte di dieci fabbriche parigine, ben al riparo dalla pioggia, viene affisso un foglio scritto a mano, che con grafia chiara e ben leggibile riporta un estratto del Manifesto del Partito Comunista di Marx ed Engels.

    19 juillet

  • Potere al Popolo - Abbiamo appena iniziato!

    Forte del recente sciopero in quel di Charleville anche la coscienza di Parigi viene chiamata ad agire. Esclusione dei ragazzini sotto i sedici anni da qualsiasi lavoro in fabbrica e un aumento salariale: queste le prime richieste, i primi diritti da strappare ai padroni: l'arresto del lavoro in fabbrica per un'ora a reparto per fare girare l’ingranaggio nel verso giusto, e che sia la volta definitiva.

    25 juillet

  • La Compagnia - Goliardia

    La prima sfida lanciata a Parigi dalla Compagnia è quella della Goliardia. Cinque partecipanti si sfidano a suon di battute di spirito, benché tra il pubblico ci sia qualcuno poco propensi ad accettare che, con tanta gente che muore di fame, c'è chi sperpera soldi in un modo tanto frivolo. Una fiammella che rischia di diventare incendio mentre una giovane irlandese porta a casa la vittoria.

    6 août

  • La Compagnia - Intelligenza

    La seconda sfida della Compagnia pone un quesito molto complesso, un gioco di logica che richiede la costruzione di un quadrato "mutilato" con tessere di domino. Ad arrivarci per primo è un medico della Prefettura.

    20 août

  • La Compagnia - Bellezza

    La pioggia non ha scoraggiato il raduno per la terza sfida prevista dalla Compagnia. Quanto si arrabbierebbe, Parigi, se sapesse se ha incoronato come donna… qualcuno che propriamente donna non è?

    1 septembre

  • Potere al Popolo - Il pilastro spezzato

    A Montmartre due operai sono travolti nel crollo di un pilastro del cantiere per la nuova basilica. Uno muore sul colpo e anche se l’altro viene prontamente soccorso l'immagine del lavoro che ha mietuto impunemente un'altra vittima è rimasta e non passerà sotto silenzio.

    10 septembre

  • Les mots des arbres - Gocce

    Lungo la senna un uomo provato da fame e apatia intona in una lingua inesistente una melodia dolente. Parla di Malik, che segue la via delle piante e parla la lingua di Dio. Un altro foglio, con uno strano alfabeto e strane piante. Un coltello, che prima si conficca in una mano e poi in gola. E un enigma sempre più macabro da scoprire.

    12 septembre

  • Couleurs de Montmartre - Scacco al Re

    Mentre facoltosi clienti godono delle grazie della Belle Hélène, tra chi muove tutto nell'ombra si consuma il più grave dei tradimenti. Per un Joker ferito muore un Re. E per un Re che muore altri ne sorgono. E, svuotato i bordello con una brillante scusa, non si vede altro che qualche carrozza in corsa e un po' di terra smossa, nel cimitero di Montmartre.

    14 septembre

  • La Compagnia - Forza

    La prova di forza, un classico braccio di ferro, vede in finale un confronto che sarebbe degno della nota immagine di Davide e Golia, non fosse che ad aver la meglio è quest’ultimo. Non resta che definire i termini della sfida finale, eppure… questa volta, nel congedarsi, nell'eccentrico presentatore c'è qualcosa di diverso, di inquietante che non sfugge ad alcuni partecipanti.

    17 septembre

  • Opéra de Paris - Faust

    Qualcosa di strano accade per la prima replica dell’opera di Gounod: fin dal secondo atto, a ogni comparire di Méphistophélès si accompagna un coro di sussurri incorporei e inquietanti, che si fanno più forti e diventano, nell'ultimo atto, in una litania di tormenti, infelicità e anime dannate. Un effetto scenico o l’ennesimo evento inspiegabile dell’Opéra?

    22 octobre

  • La Corte dei Miracoli - Paul

    Un ragazzino corre verso place Saint-Michel con un sacchettino colmo di gioielli, stranamente lanciati verso una vecchia clochard. Acciuffato, si presenta come Paul e confessa di avere rubato perché i ricchi mangiano fino a scoppiare e noi poveri moriamo di fame! Ma la refurtiva viene consegnata alla Polizia. E Paul preso sotto l’ala dei Fleurs de Paris.

    6 novembre

  • La Compagnia - Archetipi

    La sfida finale si tiene a tarda sera in una caverna alla base della rocca del Parco. I campioni decidono di ritirarsi ma il Diavolo richiede un’offerta - quattro vincitori per quattro virtù. Ne segue uno scontro impari interrotto dal franare di uno sperone di roccia, consentendo alle vittime di mettersi in salvo prima che la caverna, inghiottendo tra acqua e pietra i membri della Compagnia e i loro riti blasfemi, dei quali i loro tatuaggi portano l'ultimo ricordo.

    11 novembre

  • L'Obéissante - Incidente sulla folla

    Basta poco, come perdere il controllo di un’automobile a vapore, per incrinare il già labile confine che separa primi e ultimi. Poco importa che questo sia avvenuto durante una delle opere di beneficenza dei Fleurs de Paris: quando la fiammella della paura è alimentata dal vento del dubbio, il rischio di un incendio si fa sempre più concreto.

    19 novembre

  • La Corte dei Miracoli - Verità e menzogna

    Le spiegazioni date da Paul sul proprio movente stridono; messo alle strette il ragazzino si agita e parla di un noi in arrivo, che mangerà e ingoierà tutti. Alla minaccia di esser cacciato ritratta, spiega di non poter dire la verità, che ci altre persone sono persone a comandarlo ma è troppo tardi: non potendo restare ai Fleurs de Paris e viene portato in Prefettura.

    21 novembre

  • L'Obéissante - Edipo

    Borghesia. Proletariato. E un’indistinta via di mezzo che si pasce nei propri privilegi pulendosi la coscienza con opere di bene. Per alcuni abbastanza. Per altri, abbastanza non sarà mai. Qualcuno fa un nome: Oedipe. Una via per eliminare il problema con la forza, se solo si avrà il coraggio di percorrerla.

    26 novembre

  • La Corte dei Miracoli - Di fidanzamenti e minacce

    Nonostante tutto, ai Fleurs de Paris si tiene una festa di fidanzamento. Se l'armonia della serata rischia di essere guastata dal recriminare di qualche ospite nei confronti dei ricconi benvestiti che sono stati invitati, lo è definitivamente quando una finestra viene spaccata da un sasso avvolto in un foglio dal contenuto eloquente: Vi mangeremo e vi ingoieremo e non potrete fare niente per difendervi.

    27 novembre

  • La Corte dei Miracoli - Venti di Tempesta

    L'inagurazione del lussuoso Chevalier, nel Marais, ospita il meglio della società parigina. Alcuni violenti colpi alla porta e l'approssimarsi di una piccola folla inferocita causa tensione tra gli ospiti, minacciati di esser privati di tutto da chi non ne ha mai avuti. E se, da un lato e dall'altro della barricata, c'è chi ha inequivocabilmente scelto... chi finora è rimasto nel mezzo dovrà farlo presto.

    2 décembre

  • Les mots des arbres - Maschera

    Una donna mascherata rivela alla Polizia di essere la moglie di Malik. In cambio di protezione consegna quel che resta del manoscritto, che raccomanda non di leggere ma di guardare: non si tratta altro che di un percorso; lo stesso che avrebbe dovuto portare Malik e i suoi seguaci alla vita eterna.

    4 décembre

  • La Corte dei Miracoli - Quietare gli animi

    In risposta alle sempre più frequenti manifestazioni d'odio contro le classi agiate, nelle periferie della città e nei quartieri popolari la Polizia ammorbidisce notevolmente il proprio atteggiamento, mostrandosi più vicina ai bisogni degli ultimi, particolarmente a donne e bambini, e chiudendo un occhio o due davanti a piccoli furti di generi alimentari o di prima necessità. Qualsiasi atto d'offesa o di minaccia sociale viene, comunque, prontamente scoraggiato.

    9 décembre

  • La Corte dei Miracoli - Falso allarme?

    Al termine della prima dell'Hamlet fuori dall'Opéra si parla di un pesante screzio tra la primadonna e il regista finché una spettatrice non sbraita di esser stata derubata di una collana di smeraldi. E' facile considerare colpevole quanto braccare un mendicante lì nei pressi, ma il gioiello sembra esserle semplicemente caduto; il poveretto viene lasciato andare mentre, sulla neve, qualcuno lascia una scritta eloquente: AVRETE PAURA.

    10 décembre

  • Potere al Popolo - Sciopero

    Da qualche giorno, Saint-Ouen, Saint Martin e Saint Lambert girano alcuni volantini che annunciano uno sciopero operaio per il 16 dicembre: le Usines Farcot rispondono all'appello e bloccano la propria produzione. Il messaggio è stato lanciato: i padroni inizieranno a capire? E i proletari avranno il coraggio di combattere per i loro diritti senza farsi schiacciare?

    16 décembre

  • Opéra de Paris - Hamlet

    Nel mezzo di una replica, all'aprirsi della famosa scena della pazzia di Ophélie sul palco appaiono due protagoniste: una è la titolare del ruolo, l’altra è la primadonna West, che reclama la parte che le è stata tolta. Dietro il sipario prontamente calato la sua superbia viene punita dal Fato che la fa impigliare in un complesso macchinario e alcuni ricevono misteriosi biglietti. Ma niente ferma l’Opéra: lo spettacolo deve continuare.

    17 décembre

1876

  • La Corte dei Miracoli - Furto in Obitorio

    Sui giornali appare la notizia che, la notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio, qualcuno ha fatto irruzione nel deposito mortuario dell'obitorio civico e ha trafugato i preziosi di sette dei dieci cadaveri in attesa di autopsia, per un ammontare di circa tremila franchi.

    2 janvier

  • Opéra de Paris - Un messaggio in musica

    A poche ore dalla serata di inaugurazione chiunque sia presente in teatro viene colto da strane sensazioni: per alcuni è un piacevole stordimento, per altri disagio, per altri terrore. Sentimenti inspiegabili che si esacerbano quando al silenzio subentra la musica di un violino: una melodia inedita, un messaggio in note che non attende altro di essere compreso, mentre il sipario è pronto a levarsi su una stagione che di re vorrà vederne soltanto uno.

    9 janvier

  • The Drunken Duck

    Il pub The Drunken Duck apre i battenti in rue Lacépède, nel Quartier Latin, divenendo da subito ritrovo per la comunità irlandese della città.

    27 janvier

  • La Corte dei Miracoli - Montmartre brucia

    Un incendio divampa ai piedi del cantiere del Sacré-Coeur; alimentato dal vento non tarda a divorare le abitazioni più vicine, una delle quali crolla. In attesa dell’arrivo dei Vigili del Fuoco, gli abitanti della zona e chi lì si trova si adoperano per spegnere le fiamme e trarre in salvo chi è rimasto coinvolto. Che non sia stato un caso, è una certezza. Che sia una dichiarazione di guerra... è altrettanto probabile.

    29 janvier

  • L’Obéissante - Da Passy

    C’è fermento, in Saint-Martin. Alcuni operai sono scomparsi. Altri sono comparsi, sconosciuti finché non fanno fuoco sui loro stessi compagni: monarchici di Passy del tutto intenzionati a mantenere lo status quo opponendosi al progresso per il quale i Proletaires Unis sono stati costituiti. Una scia di sangue che i padroni non sono in grado di seguire...

    5 février

  • L’Obéissante - Cadaveri

    Un corpo riemerge della Senna. Un altro, al pari di quello di un animale, nutre i suoi disperati consimili. Un caso che siano due degli operai di Passy sconfinati in Saint-Martin o, sotto gli occhi del bel mondo, lo scontro tra le due fazioni sta assumendo dimensioni sempre più estese.

    6 février

  • La Corte dei Miracoli - Masques en Parade

    Al termine un lungo periodo di studio e appostamenti, la Polizia sventa un attentato che avrebbe mietuto centinaia di vittime tra i partecipanti alla Parata cardine del Carnevale di Parigi, in place de la Concorde. Ma un monito si ripete: questo è solo l'inizio! Vi toglieremo tutto quello che avete. Uno per uno.

    24 février

  • L’Obéissante - Jacquie

    Tra le macerie desolate di Montmartre si leva la voce spaventata di una bambina: Jacquie, figlia di due operai morti la notte dell’incendio e testimone di un omicidio senza cadavere. Un frammento di tessuto strappato, una scritta, un manico di coltello con inciso il simbolo di un cane: una pista o l’ultimo ricordo di chi non c’è più?

    27 février

  • La Corte dei Miracoli - Fine dei giochi

    La Polizia stana la Corte nel suo rifugio, nei pressi del Jardin des Plantes. Dopo il fallimento dell’attentato il gruppo è ridotto a soli quindici elementi ma lo scontro a fuoco che ne consegue è comunque drammatico: un alto prezzo da pagare per assicurare i colpevoli, incluso il giovane Paul, alla giustizia.

    3 mars

  • Opéra de Paris - Una prima... diversa

    Al pubblico dell’Opéra, in attesa di entrare per la prima della Sylphide, non è concesso di entrare: un centinaio di persone blocca l’ingresso, reclamando uguaglianza e giustizia sociale, e le guardie riescono a malapena a contenerle. Lo spettacolo viene rimandato.

    6 mars

  • Uragano

    Un uragano si abbatte su tutto il Nord della Francia, Parigi compresa. Nelle parti collinari della città e nei quartieri meno agiati c'è un'impressionante conta di danni; alcune attività dovranno restare chiuse in attesa delle riparazioni. La Senna s'ingrossa. Vigili del Fuoco, ospedali e ricoveri si attrezzano per il peggio. Spostarsi con omnibus e carrozze a nolo è diventato più complesso tra strade che sono sempre più simili a piccoli torrenti.

    12 mars

  • Hammam des Mathurins

    Il susseguirsi di piogge torrenziali che tanta preoccupazione sta destando per il montare della Senna non ha affatto spento il fermento nei Grands Boulevards, cuore della socialità di Parigi, ove viene aperto un nuovo esotico luogo di ritrovo al numero 56 di rue Neuve des Mathurins.

    16 mars

  • Esondazione

    Tra uragano e le piogge torrenziali la Senna ha inondato diversi arrondissement, costringendo a interrompere la circolazione dei mezzi e a chiudere telegrafi e fabbriche. Il mercato vinicolo di Bercy subisce ingenti danni. Gli sfollati sono stati collocati in ricoveri e ospedali in attesa di sistemazioni migliori. Numerose le sottoscrizioni istituite per raccogliere i fondi necessari alla ricostruzione.

    19 mars

  • À rebours - Eco dal passato

    Le ricerche effettuate dalla Polizia sugli strani simboli tatuati sui corpi degli accoliti della Compagnia conducono a un manufatto custodito in Sainte-Geneviève: una blasfema Vergine con Bambino sparita un anno prima quando alla guida vi era tal Padre Jean, impazzito dopo averla vista e ricoverato al Sainte-Anne.

    22 mars

  • L’Obéissante - Armi

    Tra le cave di ferro ad ovest di Parigi, non molto lontano dalle officine di Passy, viene ritrovato il cadavere in decomposizione di un uomo trafitto al petto da una spada; vicino a questo un biglietto, lasciato dagli operai di Passy: Grazie per le armi, Edipo.

    23 mars

  • Freak Show -Mostri

    All’ombra del Pont Neuf, nella square du Vert-Galant, si aggirano dei mostri: un nano e una gigantessa, una donna barbuta e due gemelle siamesi, un giovane senza mani. Troppo per la bella Parigi, che può accettare di vederli come fenomeni da circo ma non liberi come esseri umani. E se finora sono stati inoffensivi… si sa che anche le pecore, quando minacciate, si fanno crescere zanne da lupo.

    25 mars

  • À rebours - Padre Jean

    Tra i disegni deliranti di Padre Jean si trovano numerose riproduzioni di una Vergine con Bambino terribilmente simili a quella che si sta cercando e ritratti… delle persone presenti la sera in cui i due zingari l’avrebbero trafugata. Non tutti volti sconosciuti: quanto basta per portare avanti indagini a cavallo tra raziocinio e follia.

    27 mars

  • Seconda mostra impressionista

    Presso la Galerie Durand-Ruel di rue Le Peletier si inaugura la Seconda mostra impressionista. Vengono esposte oltre duecento opere di una ventina di artisti; tra i nomi noti Camille Pissarro, Edgar Degas, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Alfred Sisley, Gustave Caillebotte, Berthe Morisot. Riscontra uno scarsissimo successo.

    30 mars

  • Les Mots des Arbres - L’arresto

    La Polizia stana Malik, o Marc de Talmond, nel suo covo fatiscente, tra fogli che sanno di Parigi, di ignare vittime da adescare per i prossimi esperimenti, di strane piante e di un alfabeto che nessuno è ancora in grado di comprendere. Per fuggire al fallimento della propria visione si spara alla tempia. E muore, una settimana più tardi, così che le foglie degli alberi possano continuare a cadere.

    3 avril

  • Freak Show - Fernand

    Un nano viene trovato crocefisso ad alcune assi alla chiusura del Marché aux Fleurs: è vivo ma legato mani e piedi e con un bavaglio in bocca. Un atto di disprezzo da parte di quella Parigi che non vuole vedere… o la sua risposta a chi, sentendosi diverso, l’ha aggredita? Di una cosa, sicuramente, i mostri sono colpevoli: quella di esistere.

    10 avril

  • Neve

    Un'inaspettata nevicata stende la sua coltre bianca sulla città, per la gioia dei bambini... e un po' meno degli adulti.

    13 avril

  • L’Obéissante - Fiamme e Lampade

    Durante le operazioni di manutenzione serale un lampione a gas esplode lungo il quai d'Orsay; il fuoco investe in pieno uno degli operai che nel tentativo di spegnersi le fiamme di dosso investe i passanti. Poco dopo il palo di un altro, tranciato di netto, crolla al suolo: è chiaro che non è stato un incidente. Meno chiaro è il messaggio che su questo è stato lasciato: Viva la monarchia. Abbasso il progresso.

    20 avril

  • Freak Show - Marie e Jeanne

    Una rincorsa lungo la Senna. Una sparatoria. Un fagotto dal contenuto atroce: due gemelle siamesi, di nemmeno dieci anni. Una reazione che si spacca tra sdegno e pietà. Parigi non ha gradito i suoi nuovi ospiti: chi li aiuterà? Chi si prodigherà per farli sparire?

    24 avril

  • Il Maestro - Matteo 23, 3-32

    Alcuni mendicanti si è radunata davanti ai Fleurs de Paris per ascoltare un predicatore non meno umile di loro che recita un passo del Vangelo: quello dei sepolcri imbiancati; un catechismo pacifico che esplode in un accesso di violenza del quale si dovrà dare spiegazione. Un fuoco di paglia? O qualcosa di più, in un momento d'incertezza che manca di figure carismatiche nelle quali il popolo trovi guida e conforto?

    27 avril

  • Il Maestro - Messia?

    Dall’alba una trentina di persone si è raccolta in preghiera davanti alla Prefettura; una manifestazione pacifica che si disperde solo quando il loro Maestro viene rilasciato dopo un lungo quanto infruttuoso interrogatorio da parte della Polizia, che non trova alcun capo d’accusa da ascrivergli. Intanto le voci corrono: è una persona speciale, che vale la pena seguire. Forse troppo speciale…

    28 avril

  • À rebours - Il vecchio di rue Bonaparte

    Le quattro statuette di Vergine vengono radunate e al loro interno rivenuti altrettanti frammenti di una stessa mappa, ognuno relativo alla zona del ritrovamento. In una bottega del quartiere dell'Odeon, si scopre esposta un’effigie in legno che ricordano fin troppo il tatuaggio della Compagnia, commissionata a un prezzo altissimo più di un anno fa e mai ritirata da persone corrispondenti alle identità degli adepti.

    30 avril

  • Freak Show - Amandine

    Qualcuno si getta da uno dei battelli attraccati sotto il Pont des Arts; è così un’offerta di soccorso si trasforma nella truculenta scena del delitto: una donna barbuta quasi annegata nel tentativo di fuggire dalla propria prigione e i suoi aguzzini gravemente feriti.

    5 mai

  • «C'est ici l'empire de la Mort»

    Durante una delle modaiole visite guidate alle Catacombe, al tramonto, accade qualcosa d’inspiegabile: i fuochi si spengono e la guida, una giovane donna, cade a terra squassata da convulsioni e inizia a parlare in una lingua sconosciuta, mentre qualcuno giura di aver visto una figura demoniaca proiettarsi sul tetto. Suggestione o strano fenomeno, è reale: agli spettatori la scelta di comprendere o di dimenticare.

    8 mai

  • Bal au Moulin de la Galette - Impressioni

    Nella terrazza esterna del Moulin de la Galette, due allievi di un certo Pierre-Auguste Renoir sono intenti a fare qualche schizzo su un blocco da disegno: studi preparatori per un quadro di più ampio respiro, impressioni da catturare e convogliare verso uno specifico atelier non troppo distante dal Moulin stesso. Ma la guerra dell'arte è spietata. E l'opera rischia di non veder mai la luce...

    13 mai

  • Freak Show - Lucien

    Un’esondazione della piscina del Bain Deligny costringe a evacuarne i locali. A provocarla, qualcosa che si è incagliato in una delle imboccature della vasca: il cadavere marcito di un giovane senza mani. E chi a diverso titolo è rimasto coinvolto dalle vicende dei mostri di Parigi avrà tutt'altro peso da portarsi addosso nei giorni a venire: ne manca ancora una.

    18 mai

  • Il Maestro - Giovanni 20, 11-18

    Il nome del Maestro si sente ancora, stavolta nei pressi della Porte Saint-Martin: una dei suoi accoliti viene aggredita e a chi giunge in suo soccorso indica la via per la salvezza: basta solo volerla trovare.

    21 mai

  • Il Canto del Silenzio

    Davanti a quello che sarà chiamato Muro dei Federati, al cimitero del Père-Lachaise, una donna disperata, con un drappo rosso in grembo e una pistola in mano, minaccia di uccidere chi le impedisce di togliersi la vita. Resa inoffensiva non le resta che cantare note che Parigi ha già sentito: Les Temps des Cerises. Che riapre ferite mai rimarginate, che si siano aperte da un lato o dall’altro delle barricate.

    26 mai

  • À rebours - Sacrificio

    In rue Clovis, nel Quartier Latin, una fuga di gas fa esplodere una libreria ben nota alla Polizia. Forse non un caso che sulla scena si trovassero alcuni membri sopravvissuti della Compagnia ma una cosa è certa: nonostante i numerosi tentativi perché fosse altrimenti non è riuscito il sacrificio di nessuno dei loro cinque prescelti.

    1 juin

  • Il Maestro - La via

    Le voci dal XII arrondissement si estendono alle zone limitrofe. Davanti alla dimora del Maestro gli ultimi della società - e, parrebbe, non solo loro - si accalcano in cerca di conforto e salvezza. Alcuni parlano di un predicatore, altri ancora di un guaritore, altri di un profeta, e le chiese registrano una sensibile riduzione di fedeli per le funzioni.

    6 juin

  • Bal au Moulin de la Galette - Rouge

    I due allievi di Renoir, nuovamente impegnati a catturare dettagli del locale, diventano oggetto delle funeste attenzioni di un'aspirante, attempata modella che cerca di appropriarsi dei bozzetti lamentandosi di aver atteso troppo per la posa che le era stata promessa; promessa che viene negata, provocando un incidente diplomatico che degenera mettendo a rischio l'incolumità dei clienti.

    8 juin

  • Opéra de Paris - Sylvia, ovvero l'ira dell'Opéra

    Il debutto mondiale del balletto è disastroso: ambientazione senza personalità, ballerine in costumi maschili, una protagonista tutt'altro che eterea provoca il disappunto del pubblico che esplode perla chiamata a ribalta. In risposta le luci si spengono, l'edificio trema e le vie d'uscita si bloccano. Nessuno sa cosa sia successo: un espediente scenico? Un terremoto circoscritto? O l'Opéra ha davvero un'anima?

    14 juin

  • Freak Show -Colette

    Un lamento tra le gabbie del Cirque d’Hiver, che si leva al termine di una lunga ricerca iniziata dalla Senna. Cento franchi a un custode compiacente per la libertà di un ultimo mostro da tenere in custodia finché la giustizia non si deciderà a muoversi: non è con leggerezza che ci si mette contro una delle maggiori istituzioni artistiche della città. Soprattutto quando i fatti sono riferiti da reietti, venditori o venduti che siano.

    23 juin

  • Bal au Moulin de la Galette - Orange

    Sotto la pioggia della place du Tertre tre ragazzini cercano di nascondere una piccola tela che ritrae un angolo della terrazza dell'animato Moulin de la Galette, trafugata da un certo atelier della vicina rue Cortot. Un furto ai danni di Renoir in persona, commissionato da un uomo senza nome, che se pure non va in porto stasera apre la porta su un disegno, letteralmente, molto più complesso.

    2 julliet

  • Freak Show - Carrousel

    Il piano della Polizia, per quanto ben lontano dall'ortodossia procedurale, mette fine alle disgraziate avventure dei mostri di Parigi, venduti da un loro stesso simile, stanco di dover provvedere a loro e allettato da una cospicua somma offerta da compratori anonimi... o forse non completamente. Perché il nome del Cirque d'Hiver torna ancora. Si tratta solo di capire come.

    7 juillet

  • Numeri - VI, 0

    Una ragazzina vaga sconvolta lungo la Senna. Un figlio perduto. Una piccola salma da riconoscere. E due numeri. Solo un delirio? O frammenti di qualcosa d'indicibile?

    8 juillet

  • Il Maestro - Luca 22, 21-22

    Sempre più lontani dalla Chiesa e sempre più vicini agli uomini, i discepoli del Maestro attendono che apra la porta della propria abitazione. Ma questa volta l’uomo non appare: il casolare è vuoto. E su un muro è apparsa una scritta di vino e sangue: LUCA 22, 21-22. E' andato via? Qualcuno l'ha tradito? Quale che sia la risposta, il gregge è rimasto solo. E un gregge senza una guida non è mai innocuo…

    9 juillet

  • Il Maestro - Passaggio di consegne

    Tra i seguaci del Maestro inizia a serpeggiare il panico: il sospetto che sia stato tradito da qualcuno è diventato certezza. L'uomo sarebbe scappato per rifugiarsi in un luogo sicuro. L'intendimento, ora, è solo uno: trovarlo e portare avanti la sua opera. A qualunque costo.

    12 juillet

  • Bal au Moulin de la Galette - Jaune

    Quanto accaduto attorno al Moulin de la Galette e al dipinto di Renoir traccia s'incupisce all'ombra di un ignoto rivale che sempre con maggiore intensità sta tentando di rallentarne i lavori: la modella delusa e i tre ladruncoli di potrebbero essere pedine su una stessa scacchiera. Mentre anche all'interno del locale iniziano a verificarsi sospetti intoppi alla realizzazione dell'opera, e i gestori sembrano sapere più di quanto non dicano.

    14 juillet

  • Il Maestro - Irruzioni

    Benché uno sparuto viavai continui ad alternarsi davanti all'abitazione del Maestro il fermento tra i suoi seguaci non si è spento. Si riportano episodi - per quanto rari - di irruzioni in qualche chiesa minore dei quartieri più periferici della città per interrompere la funzione in corso. Nulla che non sia stato risolto nell'immediato, ma sufficiente per destare una certa inquietudine tanto nei fedeli quanto, soprattutto, nei sacerdoti.

    20 juillet

  • Numeri - XV, XIII, IV

    Uomini in nero attorno a un fuoco, sulla collina di Chaillot. Un'aggressione improvvisa. Un tradimento che si consuma in punta di coltello. E tre tarocchi abbandonati su un corpo ancora in vita, in attesa di un nuovo zero.

    22 juillet

  • Bal au Moulin de la Galette - Vert

    Il Moulin de la Galette è finito nella tela di un certo Marcel Benoit; una tela intricata fatta di silenzi, misteri e minacce in cui c'entra un altro noto locale di Montmartre - La Mère Catherine, in place du Tertre. E se finora gli eventi che vi sono girati attorno possono esser sembrati solo curiosi... adesso potrebbero tingersi di qualche fosca nota di pericolo.

    24 juillet

  • Couleurs de Montmartre - Il Re Fantasma

    Qualcuno corre, per i vicoli che s'arrampicano fino al cantiere del Sacré Coeur. E, ferito, porta un messaggio: Torneranno!. Chi? Coloro che già una volta hanno provato ad allungare la mano su Montmartre e non solo. Tutti, di quel regno, sono considerati comprabili. Tutti sono tenuti sott'occhio. Un'altra guerra sta per iniziare. Una guerra che la cieca Parigi non sarà in grado nemmeno di vedere.

    28 juillet

  • À rebours - Lammas

    Un macabro disegno sulla pianta della stessa Parigi, nel giorno in cui Lucifero precipita dal Paradiso all’Inferno, si concretizza in un rito di sangue e blasfemia consumato tra le ossa delle Catecombe che termina con una carneficina da entrambe le parti. La Polizia paga un prezzo altissimo ma il Diavolo non sarà comunque contento: presto o tardi saprà prendersi la sua vendetta. Parigi non è una città per santi.

    31 juillet

  • Numeri - Master

    Godfrey Leighton: questo il nome del giovane uomo ferito a Chaillot. Parte di una Compagnia che s'è spezzata come una stella. Una carta degli Arcani Maggiori è stata associata a ognuno di loro: a lui il Matto, agli altri i restanti. Ma perché?

    10 août

  • Numeri - XII

    Ai bordi della Senna s'odono voci minacciose: uomini che ne minacciano altri, l'avvicinarsi di figure incappucciate con una stella sul petto. E un altro numero: un dodici da sostituire.

    13 août

  • Il Maestro - Marco 6, 21-28

    Anche se privi di una guida i seguaci del Maestro non si fermano: sei di loro raggiungono la Belle Hélene con la chiara intenzione di far pagare col sangue il suo peccato di lussuria. Il riferimento a Salomè è chiaro: Hanno preso la testa di Giovanni Battista. E voi che le difendete siete colpevoli quanto.... Un colpo di pistola si porta nella tomba l’ultima parola. E con essa la possibilità di far luce su una vicenda dalle tinte sempre più fosche.

    19 août

  • Numeri - VII

    Un carro senza conducente si schianta su alcuni artisti di strada, fuori dal Jardin des Tuileries. Lo scontro e fatale ma qualcuno, prima di spirare, riesce a proferire le sue ultime parole: ventuno più lui. L'armonia di un corpo spezzato che ritorna uno. E un altro tarocco lanciato: il Carro.

    26 août

  • Il Maestro - Verso la fine

    I disordini contro le chiese diminuiscono. Ma sommessamente qualcuno parla di un ritorno del Maestro, non si sa dove, non si sa quando. Si parla di Apocalisse, di Giudizio Universale, della fine dei giorni ma nessuno è disposto a parlarne. E' certo che per chi crede, tutto finirà presto, in una vera e propria corsa contro il tempo. E se c'è davvero qualcuno a cui interessi fermarla... è il caso che si faccia avanti. Potrebbe essere la sua ultima occasione.

    29 août

  • Bal au Moulin de la Galette - Bleu

    Tre sgherri cerca qualcosa, alla Mère-Catherine: un quadro mai consegnato. L'oste par sapere più di quanto non dica su quel Benoit il cui nome s'è già ampiamente sentito in questa vicenda: un pittore fallito in cerca di rivalsa, la sfida con Renoir è aperta. E di vincitore ce ne sarà soltanto uno.

    31 août

  • Numeri - IX, III

    Una giovane donna si lancia da un'altezza fatale, in rue des Tournelles. Un altro, con lei, riesce a salvarsi e a fuggire senza dare spiegazioni se non un convulso ci prenderanno. Un'altra stella divisa a metà, una bilancia e altri due arcani: la Giustizia e l'Imperatrice.

    8 septembre

  • Société Artistique -Inaugurazione

    Nell’ Hôtel de Lauzun, precedente sede del Club des Haschischins, si inaugura un nuovo salotto artistico. Chissà che non sarà questo filo bizzarro e per certi versi seducente, particolare quanto "particulier" è l'hôtel e maledetto quanto pare esserlo il nuovo mecenate, a tessere attorno al circolo una rete che vada oltre prestigio e notorietà, che s'intrecci alle corde più profonde e pericolose dell'anima della città.

    22 septembre

  • Les Quatre Elements - Feu

    Benché il caso su certi mostri si sia concluso con un’incriminazione formale, i movimenti illeciti attorno al Cirque d'Hiver continuano a meritare un’attenzione particolare – per quanto non ufficiale – della Polizia. I cui occhi si spingono più in là di quanto quelli del pubblico non arrivino… anche nel trovarsi davanti quelli spenti di un fachiro tra le proprie fiamme.

    24 septembre

  • Couleurs de Montmartre - Persuasione

    Un messaggio viene lasciato per chiunque, a Montmartre, pensi di tenere il piede in due scarpe o rivoltarsi a chi ne detiene il potere: il cadavere dissanguato di un traditore. E nove delle sue dita portate, come un macabro messaggio, a chi ha fatto la scelta sbagliata. Perché, ai traditori, tutti sappiano che cosa accade. Ufficialmente? Un normale regolamento di conti tra chi, di regole, non ne ha.

    25 septembre

  • Couleurs de Montmartre - «Un messaggio per voi»

    Quattro persone entrano al Cabaret des Assassins armati di pistole che non tardano a far fuoco. Non è poco il sangue che scorre ma per una buona causa: altre informazioni da cavare e, chissà, altre braccia da utilizzare. Se qualcuno aveva dubbi sul lato della barricata nel quale militare... è il caso di fare una scelta. E in collina s'inizia a respirare un'aria tutt'altro che serena.

    2 octobre

  • Il Maestro - Apocalisse

    Cinque come le ferite di Gesù Cristo Crocifisso. Dieci come i dieci comandamenti. Dodici come il popolo di Dio... quando tutto sarà compiuto. Nel grembo di Nostra Signora. Contro un nemico comune Montmartre passa alla Polizia l’informazione che serve per stanare un individuo la cui follia è cresciuta, come un figlio malato, tra le cripte di Montmartre offrendo la morte della carne anziché la salvezza dell’anima.

    5 octobre

  • Opéra de Paris - Notes

    Durante le prove per il Don Giovanni una corista e un macchinista mancano all'appello. Un’assenza che si perderebbe tra i pettegolezzi, se sul palco non cadesse una trave e, con essa, una lettera. Nessun mittente, nessun destinatario, solo un messaggio: Hanno avuto ciò che meritavano. E non è la prima volta che, in teatro, qualcuno li riceve. Chi s’impegnerà a comprenderne il senso?

    9 octobre

  • Opéra de Paris - Don Giovanni... triomphant?

    Uno dei patron più in vista, Gerard De Mornay, non si è presentato alla prima. Se anche vi fossero indizi gli spettatori sono troppo presi da se stessi per darvi bado; solo qualcuno nota qualcosa muoversi nel palco numero cinque mentre, dietro le quinte, una ballerina giura di essere stata aggredita da una mano invisibile. La stessa che le ha consegnato una lettera, senza mittente né destinatario, simile ad altre che il teatro conosce bene. E che ha imparato a temere.

    12 octobre

  • Bal au Moulin de la Galette - Indigo

    Una mostra in un atelier del boulevard de Clichy, quello dello stesso Benoit. Opere che provano a fare il verso a quelle che, in primavera, sono state esposte in rue Le Peletier. Una lezione d'arte interrotta dall'irrompere degli allievi di Renoir che reclamano giustizia per il furto e le prevaricazioni subite. E un'esplosione d'ira che getta definitivo discredito su una carriera mai decollata.

    20 octobre

  • L'Obéissante - Le Chien

    Tra capannelli di operai che parlano del congresso da poco terminato, una coppia di borghesi viene uccisa da due colpi da arma da fuoco. A seguire la corsa e il latrare di cani impazziti, e un biglietto lasciato sui cadaveri: Non è abbastanza. Finirà com'è iniziata. Un grande frastuono di ingranaggi. Le Chien.

    23 octobre

  • Les Quatre Elements - Air

    Con un informatore tra gli artisti e altri uccelletti tra il pubblico, la Polizia ha sempre più interesse a marcare stretto il Cirque d’Hiver. Sospetti che potrebbero esser confermati da una richiesta d’aiuto caduta dall’alto su un biglietto scritto, la richiesta di aiuto di chi non ha voce per gridare: che sia la leggiarda contorsionista in grado di danzare nell’aria?

    27 octobre

  • La Foire des Ténèbres -Ile aux Singes

    Voci iniziano a circolare al confine tra Quartier Latin, Montparnasse e Croulebarbe: una strana malattia sembra girare attorno all'Ile aux Singes. Si parla di convulsioni e strani versi, apparizioni di santi e lotte tra demoni. La pazzia con la quale Dio punisce gli ultimi per i loro vizi? O una punizione per quei primi che hanno offeso la ricorrenza di Ognissanti celebrando il grottesco Halloween? Davvero Parigi è una città perduta?

    1 novembre

  • Numeri - Imboscata

    Un'alleanza strana, quella tra Polizia, un'esperta di spiritismo e un alienista: una finta esibizione per un finto pubblico, una finta esca... e sei veri congiurati, sotto l'egida di un nuovo capo da scovare.

    3 novembre

  • La Mappa dei Libri Perduti - L'Enigmista

    Un uomo, sul Pont Saint-Louis, cerca aiuto: un compito non portato a termine, certi libri preziosi da custodire, una mappa da seguire per poterli ritrovare a partire da un nome: Arrigo Beyle. Se per lui è troppo tardi altri sono ancora in tempo... per quanto in pericolo. Solo una regola: tenerne fuori la Polizia. Perché tutti siamo parte di una mappa. Tutti saremo chiamati a risponderne.

    5 novembre

  • La Foire des Ténèbres - Les Gobelins

    Pazzi invasati reclamano per sé i Gobelins, riversandosi in strada e impedendo il passaggio delle carrozze. Combattono con noi le schiere degli angeli, dicono, comportandosi come i peggiori dei diavoli. Episodi simili iniziano a registrarsi anche a Montparnasse che, però, povera non è... e si sa quanti danno può fare l'accumularsi della polvere sotto i tappeti per salvare le apparenze.

    7 novembre

  • L'Obéissante - Ritirata

    Nella notte un magazzino di Saint-Martin prende fuoco. Si parla di non meglio identificate figure, accompagnate da un latrare di cani. Dei Proletaires Unis e dei loro propositi non è rimasta traccia. Qualunque fine abbiano fatto, ha vinto Passy. E chi è rimasto non ha altri a difenderlo, se non l'odiata Polizia.

    12 novembre

  • Bal au Moulin de la Galette - Violet

    Una truculenta imboscata nell'atelier di rue Cortot porta Benoit a un passo falso. Orfano dei suoi sgherri, ferito da un proiettile a una gamba e con la sua sola follia alla quale aggrapparsi, nulla potrà più per far posare per sempre il pennello a quel buffone di Renoir. Da parte degli allievi del Maestro, una promessa a chi li ha aiutati: sapranno farsi perdonare per il disturbo...

    13 novembre

  • La Foire des Ténèbres - Ai Fleurs

    La strana malattia che si è diffusa da Croulebarbe ha colpito la sede dei Fleurs de Paris: sei persone, tra volontari e assistiti, sono ora in bilico tra la vita e la morte... e più prossimi a questa, se qualcuno non ne troverà la causa.

    18 novembre

  • Les Quatre Eléments - Eau

    L’anello ricolmo d’acqua per il debutto del nuovo spettacolo del Cirque d’Hiver cede e una sirena, dalla sua gabbia di vetro, accusa Parigi di essere rimasta inerte alle loro richieste di aiuto: è Parigi il vero mostro. Il circo interrompe il cartellone e si stringe attorno ai suoi misteri: il tempo massimo per raccoglierli è scaduto nel momento in cui si è spenta l'ultima eco di una richiesta di aiuto rimasta inascoltata.

    23 novembre

  • La Foire des Ténèbres - Tramonto

    Mentre ai Fleurs de Paris la situazione dei malati pare migliorare, a Croulebarbe diverse persone sono morte. Difficile dire se la causa sia la malatta, il freddo, gli stenti... o altro. Di casi simili, per quanto più sporadici, s'inizia a sentire nella parte meridionale del Quartier Latin.

    25 novembre

  • La Mappa dei Libri Perduti - Le Rouge et le Noir

    C’è una tomba, nel Cimitero di Montmartre, che porta il nome di Arrigo Beyle: quella di Stendhal. Celato tra i fiori secchi un vecchio libro, una prima edizione del suo romanzo più famoso: Il Rosso e il Nero. Una dedica dell’autore a un certo P.V. E, su un biglietto custodito tra le pagine, un nuovo indizio: l'Alhambra di Plumeret.

    26 novembre

  • L'Obéissante - Can che abbaia...

    Venti uomini. Contro non si sa quanti. Un piano metodico per pattugliare Passy e arrivare alla tana del Cane per uno scontro, letteralmente, all'ultimo sangue, all'ombra di una macchina deforme e oscena: una letale riproduzione della prima automobile a vapore, costruita non per trasportare ma per uccidere in nome dell'opposizione a un progresso ancora visto come un intruso. E per il quale, o contro il quale, alcuni sono disposti a perdere la vita.

    27 novembre

  • La Foire des Ténèbres - Ordinanza di Salute Pubblica

    XIV e V arrondissement emanano un'ordinanza che non manca di destare un certo clamore, soprattutto tra i cittadini meno abbienti, ritirando dalla produzione e dalla distribuzione, anche a titolo gratuito, qualunque prodotto a base di segale e proibendone categoricamente l'assunzione fino al rientro dell'emergenza. Ché probabilmente si è trovata la causa dell'epidemia: Claviceps Purpurea, che avrebbe contaminato le farine di un magazzino a sud della città.

    29 novembre

  • Claviceps Purpurea - Sclerotium

    La gioventù del Bal Bullier è insaziabile. E' quando l'ebbrezza di balli e alcolici non basta più si cerca altro, dalle conseguenze potenzialmente devastanti. Ma se le conseguenze rientrano e tutto resta protetto tra i dorati privilegi della borghesia nessuno pagherà. La povertà di Croulebarbe e dei confini di Montparnasse, la voluttà di una frangia del Quartier Latin... ci sarà davvero un prossimo allarme? Dov'è che suoneranno le campane?

    30 novembre

  • Bal au Moulin de la Galette - Arc en Ciel

    Ogni promessa è debito: nel posto in cui tutto è iniziato e tutto è finito si catturano frammenti non solo della sala, non solo dei ballerini, ma delle persone che impedito che un'opera venisse interrotta. Sì che semmai qualcuno dei presenti, trovandosi davanti un certo quadro di Renoir riconoscesse ben più di un dettaglio di sé abbia la certezza che non sarà affatto un caso: un omaggio del Maestro nel suo Bal au Moulin de la Galette.

    3 décembre

  • Opéra de Paris - Robert le Diable

    Per il patron De Mornay pare spento ogni interesse; il direttore Léfèvre è stato bravo a cavalcar l'onda delle voci ufficiali che lo vogliono lontano da Parigi. Tutt'altra cosa è ciò che il teatro stesso ha riservato a chi ha tentato d'allungar la mano, in attesa di un'ultima mossa prima di un inevitabile che è sempre più prossimo. E se l'ultima prima in cartellone è andata senza ombre per gli artisti, tra i palchi cala un monito scritto: di sovrani l'Opéra ne ha soltanto uno.

    9 décembre

  • Couleurs de Montmartre - Euchre

    Le Carte di Montmartre hanno dovuto ridistribuirsi sul tavolo nel corso di un gioco al rialzo che rischia di mettere fine alla loro egemonia. Un rischio che diventa certezza nel momento in cui una minaccia viene lasciata nella loro roccaforte più prestigiosa: Chevalier. Euchre: una partita dove si usa una carta che negli altri mazzi non c'è. E ora c'è da serrare i ranghi, per gli assalti finali.

    10 décembre

  • Numeri - Retata

    Un agguato è sufficiente a far salire in superficie il marcio che si cela dietro l'immagine dorata della borghesia: è bastata una ferita all'orgoglio per trasformare un uomo in un burattinaio di vite, tante quante sono gli Arcani maggiori. Ma ora le sue carte sono state prese e strappate dalla Polizia. E chi è sopravvissuto può solo andare avanti.

    15 décembre

  • Claviceps Purpurea - Corpus Fructiferus

    Grazie alle indagini svolte e ai provvedimenti adottati non si sono avute nuove intossicazioni. Ai Fleurs de Paris chi si era ammalato è guarito. Eppure, lungo la Senna in prossimità di Saint-Michel, cinque clochard manifestano nuovamente certi drammatici sintomi, aggredendo violentemente i passanti. Ma se in città non gira più nulla di guasto, se da settimane non si registrano più episodi di ergotismo... com'è stato possibile?

    28 décembre

1877

  • Les Quatre Eléments - Chi è il mostro?

    Da qualche giorno si trovano affissi, dalla sera al mattino, alcuni volantini nel I, II e soprattutto XI arrondissement. Sono opera di un certo Le Chat e con la loro satira feroce puntano il dito contro il Cirque d’Hiver e il suo regno di mostri. Ma chi ha interesse a ledere un'istituzione creata per il semplice diletto del suo pubblico?

    6 janvier

  • Le ultime luci di Parigi - Memento

    Tra le gallerie del Palais-Royal le luci si spengono; non il preludio a uno spettacolo a cielo aperto ma lo scenario di una minaccia da parte di chi negli anni Parigi ha cercato di dimenticare dopo essere stata messa a ferro e fuoco: quella di riprendersi tutto, togliendolo a chi ha troppo. La città si goda le sue ultime luci, perché potrebbe arrivare il momento in cui non vedrà che buio.

    7 janvier

  • Couleurs de Montmartre - Imboscata

    Ci sono dei conti da regolare in uno dei magazzini sparpagliati qualche chilometro a nord di Montmartre. Una pedina eccellente per un nemico che lo è altrettanto; il sangue sporca la neve e l'esercito del Re Fantasma perde la sua roccaforte e uno dei suoi generali. Non resta che trovare gli altri due.

    8 janvier

  • Opéra de Paris - Soli

    Il sipario che cala sulla Soirée d’inaugurazione per la nuova stagione poco dopo precipita fino alle viscere del teatro, dove si è drammaticamente e inesorabilmente conclusa la corsa di chi ha provato a sfuggirgli. Solo un monito, per chi alla sua anima abbia prestato orecchio. E giacché tutti erano stati avvisati…tutti, d’ora in avanti, saranno soli.

    11 janvier

  • Le Jeu des Bijoux en verre - L'Ambasciata ottomana

    L'Hotel de Chatelet, sede dell’Ambasciata ottomana, si agita per una caccia al ladro la cui corsa si lascia alle spalle un ricchissimo bottino di ori, pietre preziose e segreti celati dietro una barriera che, a quanto pare, non è solo linguistica.

    12 janvier

  • Le ultime luci di Parigi - Una mano di vernice

    In occasione della prima apertura al pubblico della Société Artistique, al termine della presentazione delle opere le luci d’improvviso si spengono. Quando si riaccendono su uno dei quadri appare un foglio bianco con impressa una mano nera. Scherzo o monito che sia, in pochi vi danno bado.

    14 janvier

  • Le ultime luci di Parigi – Incendio in rue au Maire

    Nella prima mattina un incendio divampa in una tipografia del Marais. Il proprietario rimane vittima delle fiamme. Ed è difficile che si tratti di un incidente se, inspiegabilmente risparmiato, è rimasto un foglio con impressa una mano nera, del tutto simile ad altre già viste in città.

    16 janvier

  • Jeu d'Evasion

    Un gioco proposto da un eccentrico sconosciuto. Indovinelli ed enigmi troppo divertenti e leggeri per una posta di mille franchi. Una sfida al rialzo, che decuplica il premio in cambio della vita di una dei partecipanti. E se alcuni restano presenti a se stessi… una strana febbre coglie altri. E’ solo per gioco. Un gioco che avrebbe potuto finire assai peggio se non si fosse interrotto in tempo. E cosa sia realmente successo nessuno è in grado di spiegarlo.

    18 janvier

  • La Mappa dei libri perduti - Voyage en Orient

    L'Alhambra di Plumeret: le Folies Bergère, uno dei luoghi più orientali di Parigi. Un altro libro, Voyage en Orient di Gérard de Nerval. Ancora una dedica, a P.V.. E tra le sue pagine un nuovo enigma da svelare, là dove Filippo è diventato Luigi… e non resta più nulla.

    21 janvier

  • Le Jeu des bijoux en verre - Gioco di Prestigio

    Tre carte, un premio, un regolamento di conti sulla lama di un pugnale e tra i proiettili esplosi da una carrozza in corsa. E altri gioielli scintillanti. Ma anche il proverbio dice che non sia tutto oro quel che luccica.

    25 janvier

  • Les Quatre Eléments - Terre

    La vicenda dei mostri di Parigi, ingarbugliata tra burocrazia e ostilità, termina all’alba tra le fiamme che ingoiano parte del Cirque d'Hiver e vite di agenti dalla dubbia fedeltà aprendo una frattura all’interno della Polizia stessa: chiunque è innocente e chiunque è colpevole… fino a prova contraria. Mentre alla notte, al termine dell’ennesimo della mondanità di Parigi, un’altra mano nera viene abbandonata all’attraccare di un battello sull’Ile Saint-Louis.

    26 janvier

  • Claviceps Purpurea - Asci

    Al termine dei Vespri per il parvis della cattedrale si spande un disordinato tramestio, un crescendo che presto esplode: circa una ventina di fedeli cadono in preda a convulsioni, urlando d'estasi o di tormento. Nonostante i soccorsi ci vuole un po’ per riportare ordine e smistare gli infermi. Ancor più tempo sarà necessario per capire cosa sia successo a Notre Dame. Finora la scienza è stata in grado di dare una risposta a certi eventi. Da qui in avanti... sarà ancora così?

    28 janvier

  • Couleurs de Montmartre - Shabbat

    In un’abitazione del Marais il sacro rito dello shabbat si stringe come una tagliola attorno al collo delle ultime due teste dell’idra; un’esecuzione fuori dai confini protetti della collina che chiede un tributo altissimo. E che potrebbe allargare l’ampiezza del tavolo al quale finora ha giocato Montmartre.

    29 janvier

  • Couleurs de Montmartre - Le Pouvoir, c'est le Pouvoir

    Il quartier des Epinettes si desta con un’immagine agghiacciante: quasi al confine con Montmartre vengono rinvenute due teste d’uomo conficcate su altrettanti pali, sfigurate da numerosissime ferite da taglio. Come sfigurati da numerosissime ferite da taglio sono i rispettivi corpi, rinvenuti all'interno del capanno davanti al quale sono state esposte… rivolte proprio in direzione della collina.

    31 janvier